4 anni fa 01/05/2017 13:11

Il TMO... anche nel calcio!

Una versione calcistica del TMO del rugby farà la sua apparizione il prossimo giugno a livello internazionale

Finalmente il rugby fa un pò di scuola e insegna qualcosa agli altri sport. Uno in particolare, che da anni lamenta l'assenza della "moviola in campo", negata a più riprese da un signore, ex-colonnello dell'esercito svizzero, che per vent'anni è stato ai vertici del calcio mondiale.

Gianni Infantino, attuale presidente FIFA, aveva già consentito la sperimentazione dell'assistenza video in occasione della Coppa del mondo per club 2016 e adesso l'approvazione ufficiale è arrivata per il suo utilizzo in occasione della Confederations Cup 2017 (in programma tra il 17 giugno e il 2 luglio) e in vista dei prossimo Mondiali di calcio in Russia

Il sistema noto come VAR, Video Assistan Referee, già testato in occasione di alcune amichevoli internazionali, sarà utilizzato in linea di massima allo stesso modo di come avviene nel rugby. L'arbitro potrà farne ricorso in caso di: gol viziati da irregolarità o fuorigioco palesi non visti dal guardalinee, rigori dubbi, falli da espulsione e scambi di identità fra i calciatori da sanzionare. 

A riguardo il numero 1 della FIFA ha dichiarato: "Se possiamo aiutare l'arbitro a non commettere errori, facciamolo. In questo modo oltre ad aiutare il direttore di gara, renderemo più giustizia ai tifosi e al pubblico". 

Insomma dopo anni e anni la FIFA ha optato per un meccanismo che World Rugby introdusse sedici anni fa, quando nel 2001 l'allora International Rugby Board decise di affiancare un assistente arbitrale in cabina di regia che potesse essere consultato dal direttore di gara in situazioni di gioco dubbie. Nel rugby league il TMO è stato addirittura potenziato mediante l'introduzione del Bunker NRL.

Nel calcio ci si è arrivati tardi dopo anni di gestione "farlocca" della FIFA, troppo vincolata a legami commerciali che rendevano necessari gli "errori arbitrali". Perchè la certezza di un immagine video rende difficile truccare i risultati. Perchè alla fine le polemiche dei critici creano mercato, tenendo incollati gli accaniti tifosi-allenatori di calcio ai teleschermi per seguire le trasmissioni dei post partita più trash coadiuvate dal Graziano Cesari di turno. Non è un caso che a questa decisione ci si è arrivati per gradi dopo che Blatter e il Comitato FIFA, probabilmente a malincuore, approvarono la costosissima goal-line technolgy nel 2013.  

Per ora la palla ovale può fregarsi le mani per aver, con semplicità, anticipato di anni il mondo del calcio. Perchè il rugby "non si capisce", "è pieno di regole", "non ha senso", però alla fine è l'unico sport che, rispetto agli altri, insegna qualcosa...

notizie correlate

Rugby: allarme campi sintetici, serve l’omologazione

Rugby: allarme campi sintetici, serve l’omologazione

Molti club dovranno affrontare spese extra per poter giocare
L’Inghilterra punta a ospitare la RWC 2031

L’Inghilterra punta a ospitare la RWC 2031

Dopo la grandiosa edizione 2015 la RFU si fa di nuovo avanti
Spunta World 12s Rugby “l’evoluzione naturale per il rugby union”

Spunta World 12s Rugby “l’evoluzione naturale per il rugby union”

È stata lanciata una nuova competizione internazionale, ecco le regole del World 12s
Rugby Europe Sevens Club: quinto posto per il Gran Milan 7s

Rugby Europe Sevens Club: quinto posto per il Gran Milan 7s

In Russia l’edizione del Rugby Europe Clubs Championship
Super Rugby 2022: il nuovo format a 12 squadre

Super Rugby 2022: il nuovo format a 12 squadre

Moana Pasifika e Fijian Drua le novità, out le sudafricane
Nasce Rugby L'Aquila Ssd, il rugby aquilano seniores riparte

Nasce Rugby L'Aquila Ssd, il rugby aquilano seniores riparte

L’Aquila ci riprova con presidente Mauro Scopano
Hen Wlad Fy Nhadau, l'inno del Galles a Euro 2020

Hen Wlad Fy Nhadau, l'inno del Galles a Euro 2020

Ma cosa stavano guardando Bale e compagni?

ultime notizie di Tecnologia

notizie più cliccate di Tecnologia