6 anni fa 12/03/2013 10:38

Il Savona Rugby corsaro a Spezia ipoteca i playoff

Adesso una settimana di riposo per poi incontrare il Tigullio

Non basta il meteo avverso a fermare i biancorossi in trasferta a La Spezia, quinta partita del girone di ritorno valida per il campionato di serie C territoriale Liguria – Piemonte.

Il La Spezia è squadra ostica, dura, e gli ultimi incontri tra le due squadre sono stati sempre molto combattuti.
I ragazzi allenati da Paul Chiru e Sebastiano Chizzali impongono però, fin dalle prime battute, il proprio ritmo sul bel campo sintetico spezzino, con un fondo che grazia i giocatori, permettendo un regolare svolgimento del match nonostante il meteo altalenante tra momenti di quiete e acquazzoni, con anche una breve grandinata a completare il quadro.
La mischia fa il suo lavoro, e sulle fasi chiuse e i punti d’incontro è battaglia vera, ma i savonesi sono ben disposti a giocare, nonostante la buona difesa di casa: al 4’ minuto è la qualità di Michele Tobia, giocatore di altro livello, che dopo ripetuti punti d’incontro si fa strada tra le maglie spezzine andando a marcare la prima meta della giornata.
Il La Spezia non ci sta, si porta avanti e al 7’ guadagna 3 punti su calcio di punizione; il Savona ha comunque ancora molte carte da giocare, e al 13’ è Bledar Ademi ad andare in meta sull’ala al termine di un’ottima giocata dei 3/4 savonesi.
I padroni di casa trovano l’occasione per accorciare nuovamente le distanze al 16’, con un calcio di punizione, che però esce di poco a lato delle H; è invece di nuovo Ademi a marcare +3 sul tabellino, con una punizione al 21’. Bastano però solo due minuti al La Spezia per riportarsi sotto, sempre con un calcio di punizione.
Partita dura ma sostanzialmente corretta: entrambe le formazioni tentano di guadagnare terreno, ma senza concedere calci agli avversari: dopo alcune fasi di gioco, è di nuovo il Savona a riportarsi avanti, con l’allenatore-giocatore Paul Chiru che sorprende la difesa spezzina e si intrufola tra le maglie andando a marcare la terza meta savonese al 35’, con trasformazione di Ademi.
Nella seconda frazione le forze cominciano a mancare, e gli spazi si allargano: la superiorità atletica dei 3/4  savonesi emerge e concretizza parecchi avanzamenti con possesso del pallone, costringendo spesso i padroni di casa a barricarsi o ad allontanare la minaccia con calci lunghi. Al 12’ del secondo tempo, è Raffaele Vocaturo che si invola sulla fascia, e facendosi spazio di prepotenza va a marcare la quarta meta, che per il Savona significa l’acquisizione del prezioso bonus.
Il secondo tempo scorre così pian piano verso il termine, con gli spezzini che insistono, tentano di ribaltare gli esiti con la prepotenza della mischia, ma il Savona chiude bene la difesa, e in occasione del forcing ripetuto dei padroni di casa non concede spazio, costringendo gli avversari all’errore (complice anche il viscido fondocampo bagnato). Sono invece ancora gli ospiti che al 35’ della seconda frazione vanno ancora in meta con Emilio Brunasso, che smarcato alla perfezione da una giocata del reparto veloce savonese si libera sull’ala e va a schiacciare la quinta meta, con Ademi che trasforma e chiude il punteggio sul 6 a 32.
La vittoria savonese , secondi in classifica dietro al Cogoleto ancora imbattuto e davanti all’Asti, che deve però ancora recuperare un match, ipoteca per i biancorossi la possibilità di andare ai playoff. Una settimana di riposo per i savonesi, che il 24 marzo affronteranno la trasferta di Recco per sfidare il Tigullio-Rapallo.

notizie correlate

Stretta analisi del rugby italiano con Nick Scott

Stretta analisi del rugby italiano con Nick Scott

“Il rugby italiano non potrà mai crescere finché non si smette di cercare scuse o alibi”.
Parma prima città italiana per il Rugby

Parma prima città italiana per il Rugby

La classifica delle città del rugby 2019
Rugbymeet distributore per l'Italia dei nuovi paradenti SISU

Rugbymeet distributore per l'Italia dei nuovi paradenti SISU

Inclusa nel prezzo una copertura assicurativa dentale fino a 35.000 dollari
Rugby: Nuova regola sui calci in touche dalla stagione 2019/20

Rugby: Nuova regola sui calci in touche dalla stagione 2019/20

Nei campionati italiani di rugby verrà immediatamente introdotta una nuova regola sui calci di spostamento
Rugby: Le occasioni d’oro del ritiro pre stagione

Rugby: Le occasioni d’oro del ritiro pre stagione

Preparare mentalmente la squadra per l’inizio di stagione
Pensieri e parole tra canestri e ovale. “Qualche volta i miracoli capitano”

Pensieri e parole tra canestri e ovale. “Qualche volta i miracoli capitano”

Meo Sacchetti, ct della Nazionale di basket, è un grande appassionato di rugby. Pensieri e parole tra canestri e ovale.
Il rugby non si discute. Si ama

Il rugby non si discute. Si ama

«Il rugby è stato il primo sport a introdurre novità pazzesche ed è quello che più ha mantenuto intatto il suo vissuto di tradizioni, storia, valori.»
La presentazione dei girone E e F di Serie C1

La presentazione dei girone E e F di Serie C1

Tanta pressione su Reno Bologna e Arezzo retrocesse

ultime notizie di Serie C

notizie più cliccate di Serie C