1 mese fa|3 mesi fa 20/02/2019 01:13

Serie B: passo falso di Livorno e Villorba

Luci e ombre nel campionato di Serie B

Nel weekend è ripartito il campionato di Serie B, dopo due domeniche di pausa. E’ stato un turno senza particolari scossoni. La tredicesima giornata, seconda di ritorno, ha visto vincere tutte le squadre in lotta per la promozione, con l’eccezione di Livorno (Girone 2) e Villorba (Girone 3) sconfitte negli scontri d’alta classifica rispettivamente con il Civitavecchia Centumcellae e il Bologna 1928, mentre l’unico vero passo falso lo ha commesso la cadetta dell’Unione Capitolina, fermata da un Cus Catania arrembante che balza così al quinto posto nel Girone 4 proprio alle spalle dei blu-amaranto romani.

Risultati e classifiche di Serie B

GIRONE 1

Vincono tutte le prime sei nel gruppo di Nord Ovest. Dalla vetta a scendere, pollice in su per I Centurioni Lumezzane, che ha violato il mai facile stadio di Sondrio. Il Tutto Cialde ha venduto cara la pelle, conducendo fino a dieci minuti dal termine, ma alla fine si è dovuto arrendere 19-32 alla capolista bresciana, trascinata dalla sua mischia, che sale a 57 punti con un match da recuperare. Al secondo posto a quota 55 si conferma il Rovato Nordival, che ha travolto 50-7 il Varese. Match senza storia, con i rossoblù di Porrino e Bergamo a segno otto volte (2 Squizzato, 2 De Carli, Radetic, Manenti, Quaglia, Echazù). La terza piazza rimane appannaggio del Monferrato di Mandelli, che si è sbarazzato dell’Amatori&Union Milano per 45-7 salendo a 52 punti, mentre più problematica è stata l’affermazione dell’Everest Piacenza: un tirato 27-22 sul Probiotical Amatori Novara, che porta a casa un bonus difensivo importante. A centro classifica infine successi per l’Amatori Capoterra, di misura 17-11 su un redivivo Amatori Genova nell’anticipo di sabato 16, e per il Bergamo 1950, che ha negato il bonus difensivo al Sondrio Sertori imponendosi 27-15

GIRONE 2

I riflettori erano puntati sullo stadio Moretti di Civitavecchia, per il big match tra il Centumcellae secondo e il Livorno quarto. I biancoverdi labronici, che due settimane prima avevano messo k.o. l’ex capolista Romagna, si sono confermati osso duro. L’hanno spuntata 26-22 i padroni di casa biancorossi, bravi a centrare il bonus offensivo per le quattro mete di De Gaspari (doppietta), Manuelli e Calandro (autore anche di due piazzati) contro le tre marcature dei livornesi (Cristiglio, Gesi, Giorgio Gragnani) che ad inizio ripresa erano passati in vantaggio. Civitavecchia mantiene così il secondo posto, con 55 punti, a pari merito del Romagna Rfc che è tornato a vincere punendo 57-24 l’Arieti Rieti. I laziali di Bordon, terz’ultimi, si consolano con un bonus difensivo importante in chiave salvezza. Al primo posto si conferma saldamente il Florentia, che non ha dato scampo all’Amatori Parma. La squadra di Gigi Ferraro si è imposta con un secco 31-0, salendo a quota 57. Domenica positiva anche per le inseguitrici emiliane. Il Giacobazzi Modena, quinto con 38 punti, ha violato il terreno del Vasari Arezzo fanalino di coda (finale 7-27), mentre il Parma 1931 ha dovuto faticare prima di mettere sotto 38-24 la matricola terribile Cus Siena, che incassa il bonus difensivo. Lo Jesi 1970 si è aggiudicato infine lo scontro salvezza sul Reno Bologna penultimo, con il punteggio di 29-14.

GIRONE 3

Come al Centro, anche a Nord Est era in programma una sfida d’alta quota, in questo caso tra la seconda e la terza forza del girone. A dispetto delle previsioni all’insegna dell’equilibrio, il Bologna 1928 si è imposto nettamente sul Villorba, per 30-8. Davanti al pubblico di casa i rossoblù di Guermandi sono andati presto in vantaggio con l’apertura Bottone, allungando con tre piazzati di Giannuli e chiudendo con altre due marcature, una tecnica e il sigillo finale di Gambelunghe. Niente bonus tuttavia per il Bologna, che perde un punto sulla capolista Casale. I biancorossi trevisani, al tredicesimo successo consecutivo, si sono confermati di un’altra categoria battendo 31-3 il Cus Padova. Gli uomini di Santamaria e Stevanato hanno blindato il match con quattro mete nel primo tempo (Ardila Ayala, Pivato, A. Zorzi e Lunanova) prima di completare l’opera con il quinto timbro siglato da Gobbo. Successi rotondi per il Mirano 1957, quarto in classifica, e il Roccia Rubano quinto. I bianconeri veneziani hanno rullato 52-0 il fanalino di coda Venjulia Trieste, mentre i rossoverdi padovani non hanno dato possibilità alla seconda squadra del Verona, chiudendo sul 29-0. Combattute le altre due sfide: lo scontro tra cadette Mogliano-Viadana è finito a favore dei padroni di casa, vittoriosi 28-11, mentre il Riviera 1975 è andato a strappare quattro punti d’oro sul campo del Cus Ferrara grazie a una meta di Malerba a cinque dal termine, per il 9-13 conclusivo. I veneziani scavalcano così il Verona al decimo posto.

GIRONE 4

Come anticipato, il colpaccio della XIII giornata di B è quello messo a segno dal Cus Catania, che corona un periodo di netta crescita sorprendendo i cadetti dell’Unione Capitolina. Agli impianti universitari della città etnea è finita 29-21, con i rossoblù padroni di casa caparbi nell’aggiudicarsi un match avvincente grazie alle mete di Ravalle, Falcone, Di Prima, Iacono e Rizzo. I siciliani sorpassano al quinto posto il Frascati 2015, sconfitto sul campo della capolista Arvalia Villa Pamphili. Allo stadio di Corviale è finita 29-5 per i biancoverdi di Zangrilli, sempre in controllo delle operazioni e primi con 58 punti. A due lunghezze dalla vetta rimane saldamente il Napoli Afragola, che ha spazzato via un pur volenteroso Avezzano, con il punteggio di 55-10. Vittoria ancora più ampia per il Polisportiva Paganica, terzo in classifica a 45 punti, che ha fatto un sol boccone del fanalino di coda Arechi dilagando fino al 73-5. Successi importanti infine per la Roma Olimpic 1930 e per la Partenope Napoli, salite rispettivamente al settimo e all’ottavo posto. I romani hanno regolato 25-17 il C.L.C. Messina, che resta penultimo con 19 punti, mentre i partenopei hanno vinto in trasferta – finale 12-28 - lo scontro diretto tra terz’ultime sul campo del Frascati Union, agganciando così l’Avezzano a 25 punti.

 

Risultati e classifiche di Serie B

Foto Alfio Guarise

 

 

Le Cover del Rugby per oltre 700 modelli di Smarthphone

notizie correlate

Il BEST XV di TOP 12

Il BEST XV di TOP 12

Rugbymeet fa le nominations
Serie C2: tre squadre promosse dalla Lombardia e una dal Veneto

Serie C2: tre squadre promosse dalla Lombardia e una dal Veneto

Finiscono così i playoff lombardi. In Veneto si giocheranno le ultime due promozioni oltre alla Coppa
Il Rugby Vicenza è salvo, la Primavera Rugby retrocede in Serie B

Il Rugby Vicenza è salvo, la Primavera Rugby retrocede in Serie B

I vicentini ribaltano il risultato nel secondo tempo
Massimo Brunello "Qualche problema familiare mi aveva condizionato, ringrazio mia moglie"

Massimo Brunello "Qualche problema familiare mi aveva condizionato, ringrazio mia moglie"

Le parole dei coach e dei giocatori al termine della finale di Peroni Top12 vinta da Calvisano
Calvisano - Rovigo: è testa a testa per lo scudetto

Calvisano - Rovigo: è testa a testa per lo scudetto

L’Albo d’Oro di Rugby Calvisano e Rugby Rovigo Delta
Serie B: due situazioni ancora aperte nei gironi 2 e 3

Serie B: due situazioni ancora aperte nei gironi 2 e 3

Promessa di matrimonio a Piacenza dopo la vittoria con la capolista Centurioni
Marius Mitrea designato per la finale di Top12

Marius Mitrea designato per la finale di Top12

L'arbitro della sezione di Udine alla sua quarta finale

Rugby Win

ultime notizie di Serie B

notizie più cliccate di Serie B