5 anni fa 20/01/2016 17:43

Serie B: 4 squadre in 4 punti, la sfida al vertice è sempre più appassionante

Review della decima giornata del girone 3

Si fa sempre più appassionate lasfida al verticedel girone 3 di serie B, con quattro squadre racchiuse in quattro punti. I risultati della X giornata premiano Roccia Rubano e Petrarca Padova, che conquistando il bonus offensivo rosicchiano un punticino alle prime due della classe Mirano e Badia, vincenti senza strafare. In coda spicca invece il primo successo stagionale del Cus Ferrara, che rialza la testa contro la Bassa Bresciana e torna a sperare nella salvezza.

La ripresa del campionato dopo quasi un mese ha messo in luce maggiore equilibrio rispetto agli ultimi turni, indice di meccanismi poco oliati ed appesantiti dalla lunga sosta. Le protagoniste della prima parte della stagione hanno dovuto sudare a lungo per avere la meglio su formazioni meno accreditate ma in evidente crescita. Esemplari in questo senso i successi sofferti della capolista Mirano in trasferta ad Oderzo, dove i Grifoni padroni di casa hanno tenuto a lungo in affanno i veneziani prima di cedere 10-18, e del Badia che contro il Silea si è imposto di misura 23-18 anche grazie all’estro e alla precisione del suo calciatore Boarato, autore di 13 punti al piede compreso un drop allo scadere.

Più nette nel punteggio sono state le vittorie del Roccia Rubano a Bondanello contro i Caimani (21-36) e del Petrarca nel più classico dei derby patavini con il Cus Padova (38-12), anche se l’esito degli incontri è rimasto aperto fino a una decina di minuti dal termine.

A metà classifica salgono le quotazioni del Villorba, che pur soffrendo a lungo proprio allo scadere trova la quarta meta per il 27-20 finale sul Villadose penultimo. I rodigini riescono comunque a portare a casa un bonus difensivo importante in chiave salvezza, considerando le contemporanee sconfitte senza punti dei Caimani e della Bassa Bresciana, punita da un redivivo Cus Ferrara. Vincendo 36-15 con tanto di bonus gli emiliani annullano finalmente la penalizzazione iniziale (-4) e si portano a 2 punti, sempre ultimi in classifica ma finalmente premiati dopo nove sconfitte consecutive.

La graduatoria del girone è attualmente divisa in tre tronconi. Davanti lotta a quattro per due posti ai playoff, con in testa Mirano a 44 punti, seguito da Badia a 42, Rubano a 41 e Petrarca a 40. In mezzo guida la marcia delle inseguitrici la matricola terribile Grifoni Oderzo, a 31 punti, quindi Villorba a 26, Cus Padova a 21 e Silea a 16. In coda corrono per la salvezza Caimani e Bassa Bresciana, appaiate con 10 punti, Villadose a 9 punti e Cus Ferrara a quota 2. 

Tra le partite della X giornata menzione speciale per il pubblico va al derby fra il Petrarca Cadetto e il Cus Padova, giocato alla Guizza, a cui hanno assistito circa 700 spettatori. Numeri da categorie superiori (o da playoff), che rispecchiano la grande rivalità tra le due storiche “parrocchie” del rugby patavino che a livello seniores non si scontravano dal 2009. I tuttoneri di Monfeli e Marcato, rinforzati da una prima linea da Eccellenza (Furia, Delfino e Bigoni), hanno scavato il margine nel primo tempo marcando quattro mete con Casalini, Navarra, Artuso e Covi (che raggiunge Sabbion del Rubano in testa alla classifica metamen, a quota 9) contro una meta del Cus con Bagagiolo su una “furba” da rimessa laterale. Più equilibrata la ripresa, con due mete petrarchine (le doppiette di Casalini e Navarra) e un’altra combinazione vincente da touche per il Cus, marcata dall’ex di turno Tarantello.

A Badia l’eroe di giornata è Ettore Boarato, che al rientro dopo un turno di squalifica toglie le castagne dal fuoco ai compagni nel momento più delicato. A dieci minuti dal termine infatti il Silea si trovava in vantaggio 17-18, trascinato da una meta e dai calci di Giabardo. I padroni di casa, che erano andati due volte in meta con Zulato, hanno ribaltato il risultato con due perle della loro apertura, la prima su calcio di punizione angolato a cinque minuti dalla fine, la seconda con un drop chirurgico allo scadere, dopo che gli ospiti erano andati vicini a segnare ancora.

Molto combattuta anche la partita fra Oderzo e Mirano, chiusa dalla capolista solo nel finale con un piazzato di Masaro. Andati in vantaggio 3-15 nel primo tempo, con due mete di Ardolino e Negrato, i veneziani hanno subito la reazione dei Grifoni che si sono portati a -5 con la marcatura di Gianmaria Cincotto. 

Soffre ma incassa il bonus il Roccia Rubano, corsaro in casa dei Caimani. I rossoverdi padovani hanno subito l’aggressività e i contrattacchi dei mantovani nel primo tempo, chiuso sul 7-12 con mete di Torrelli per i padroni di casa, Marini e Marcolongo per gli ospiti. Il Roccia ha vinto la partita nel primo quarto d’ora della ripresa, alzando nettamente il ritmo e segnando tre mete in successione con Toso, Fanton e Marini (e nel finale con Prati). I Caimani, squadra giovanissima (età media 21 anni) e ben messa in campo, si sono riportati sotto segnando altre due volte con Ndoye e Fofana ma non sono riusciti a strappare il bonus difensivo che pure avrebbero meritato.

Ricca di emozioni infine è stata anche la sfida tra Villorba e Villadose, che si sono affrontate a viso aperto tenendo sulle spine il pubblico fino all’ultimo secondo. L’hanno spuntata i trevigiani, segnando la quarta meta a pochi minuti dal termine con Resenterra - di Barzan e De Lassotovich (2) le altre marcature gialloblu – mentre i neroverdi polesani, in meta due volte con Spolaore e una volta con una tecnica, hanno pagato caro gli errori dalla piazzola, dovendo accontentarsi del bonus per lo scarto minimo.

Il girone di andata si chiuderà con “il botto” domenica 24 gennaio. In programma c’è infatti un altro derby padovano, questa volta d’alta quota,tra il Roccia Rubano e il Petrarca Cadetto. Le due formazioni, terza e quarta in classifica, sono divise da un solo punto e sono infarcite di “ex” da una parte e dall’altra. Mirano e Badia sono attese da un turno sulla carta agevole, rispettivamente contro il Cus Ferrara e la Bassa Bresciana (a Leno), mentre nel segno dell’equilibrio si presentano il derby trevigiano Silea-Oderzo, Cus Padova-Villorba e la sfida salvezza tra Villadose e Caimani.

 

Foto Alessandra Lazzarotto

 

Risultati e classifica Serie B girone 3

ISCRIVITI AL SOCIALNETWORK DEL RUGBY!!!

notizie correlate

Umberto Casellato di nuovo in panchina!!

Umberto Casellato di nuovo in panchina!!

Dopo la risoluzione del contratto con Benetton, Casellato torna in serie B...per una domenica!
Serie B: Mirano è campione d'inverno

Serie B: Mirano è campione d'inverno

Review della 11° giornata del girone 3
Serie B: Parabiago campione d'inverno nel girone 1

Serie B: Parabiago campione d'inverno nel girone 1

Settimo strappa la vittoria a Piacenza e conquista il secondo posto
SERIE B: Promozione o Salvezza? chi sale e chi scende

SERIE B: Promozione o Salvezza? chi sale e chi scende

Tutte le partite e le previsioni dei gironi 2 e 4
Serie B: VII Torino suona la carica

Serie B: VII Torino suona la carica

Battuta d'arresto per Parabiago e Sondrio
Rugby Serie B: Paganica compie l'impresa e sale in pool promozione

Rugby Serie B: Paganica compie l'impresa e sale in pool promozione

Tutto da decidere in pool 2 tra Messina e Partenope
Rugby Serie B: la stella di Natale è Mirano

Rugby Serie B: la stella di Natale è Mirano

La nona giornata della pool 3 ha regalato 316 punti e 47 mete, è record stagionale

ultime notizie di Serie B

notizie più cliccate di Serie B