6 mesi fa 17/12/2019 17:33

Ripresa in grande stile per il campionato di Serie B

Ecco come sono andate le penultime partite del 2019 per le 47 squadre di Serie B

Ripresa in grande stile per il campionato di Serie B, che domenica 15 dicembre ha mandato in archivio la VII giornata, penultimo impegno del 2019 per le 47 formazioni in lotta per i quattro primi posti che valgono la promozione in A e per evitare la retrocessione, che spetta alle ultime due classificate di ogni girone. Situazione fluida in vetta in tutti i gruppi, con la sola eccezione del Girone 2 dove continua la marcia solitaria del Florentia. Al Sud importante vittoria dell’Avezzano in casa dei cugini del Paganica nel derby abruzzese.

Classifiche e risultati di Serie B

 

GIRONE 1

Mantiene primato e imbattibilità il Cus Milano, spazzando via l’Amatori Capoterra con un secco 55-0, frutto di nove mete. La squadra di Frati sale a 33 punti, mantenendo due lunghezze di vantaggio sulla seconda ovvero il Nordival Rovato, che si è aggiudicato il big match di giornata espugnando il Beltrametti di Piacenza con il punteggio di 15-30. I bresciani di Porrino hanno fatto la differenza nella seconda parte di gara, segnando due doppiette con Abeni e Deretti dopo i calci di capitan Radetic, e grazie all’ennesimo bonus conquistato si trovano a soli due punti dalla capolista nonostante abbiano perso una partita. Riprende a correre anche il Tutto Cialde Lecco, che aveva perso lo scontro al vertice con Milano nel turno precedente. La squadra di Damiani ha violato il campo del Bergamo, sconfitto 5-36, salendo a quota 28 punti. I bergamaschi invece si ritrovano ultimi, con 6 punti, anche a causa di una penalizzazione di 4 punti per l’impiego di un numero di giocatori di formazione non italiana superiore al consentito nel match perso a Rovato due settimane fa. Al quarto posto a quota 26 si conferma il Monferrato, che ha rotto le uova nel paniere al suo ex allenatore Mandelli, ora head coach del Franciacorta. All’Aso Stadium di Ospitaletto i padroni di casa sono stati fermati 19-48 dalla franchigia piemontese, che sembra aver ritrovato il passo dopo le due sconfitte iniziali. Salgono anche le quotazioni dell’Amatori&Union Milano, ora in quinta posizione, che ha centrato il quarto successo di fila espugnando lo stadio del Varese, con tanto di bonus, nel 20-40 finale.

L’anticipotraIvrea e Sondrio è statointerrotto per mezzora a causa di un incidente di gioco fortuito, per fortuna senza conseguenze per il diretto interessato. Al 20’ del primo tempo il numero 6 del Sertori Sondrio, Enrique David Bordagaray, è rimasto a terra dopo aver battuto violentemente il capo contro quello di un compagno di squadra. L’infortunio ha richiesto l’intervento dell’elisoccorso, chiamato dall’ambulanza presente allo stadio Santi, che ha trasportato il giocatore al Cto di Torino dopo aver fatto sgomberare giocatori e tifosi presenti. Dopo mezzora di sospensione e dopo aver consultato i capitani, l’arbitro Fioravanti di Roma ha consentito la ripresa dell’incontro che si è concluso sul punteggio di 35-19 per i padroni di casa, a segno con Catalano, Amadio, San Martin, Candellieri e Simone De Lise, mentre i valtellinesi restano a bocca asciutta nonostante una buona prova e le marcature di Colombini, Sanyang e Magri.

 

GIRONE 2

Il Florentia mette in fila la settima vittoria, salendo a quota 33 punti con dieci lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici Livorno e Modena (che però hanno giocato una partita in meno). Allo stadio di Jesi i biancoviola di Ferraro e Ciampa hanno marcato due mete per tempo, ipotecando la contesa grazie alla potenza del loro pacchetto di mischia. La generosità degli uomini di coach Fagioli non è bastata a contenere la capolista, che chiudendo sul 13-26 rinsalda il suo prima in classifica.

Vittoria in rimonta allo scadere per il Giacobazzi Modena, che si era trovato subito sotto nel derby emiliano con il Parma 1931, in meta due volte in avvio di gara con Modoni in bandierina e Michele Slawitz su palla di recupero. A peggiorare la situazione per i biancoverdi padroni di casa è il calcio del +15 firmato da Zanichelli ad inizio ripresa e la terza meta ospite, di Castagnoli, arrivata poco dopo il primo colpo modenese con Trotta. La trasformazione gialloblù però si stampa sul palo. Nell’ultimo quarto d’ora il Giacobazzi si lancia in attacco, riaprendo la sfida grazie ad una meta di Silvestri su calcio stoppato. Proprio all’ultima azione, partendo da touche, il XV di casa avanza fino alla linea di meta e con un guizzo sotto i pali del giovane mediano Cuoghi e la decisiva trasformazione di capitan Michelini si aggiudica in extremis il derby, lasciando agli ospiti il bonus difensivo e tanta delusione.

Bottino pieno anche per il Livorno, che però ha dovuto faticare per imporsi 32-25 sulla cadetta della Capitolina, che porta a casa due punti. Il match ha sicuramente divertito il pubblico, con otto mete realizzate (Bertini, Righetti, Leo e Del Fiorentino per i biancoverdi labronici, Barone, Severini e due volte Rosato per i blu-amaranto romani) e vari sorpassi nel punteggio prima del risultato finale.

Netta la vittoria dell’Amatori Valorugby Emilia sul Lions Amaranto: un 38-6 che rilancia in graduatoria la squadra di Zanichelli, salita al quinto posto, scavalcando tra le altre proprio la neopromossa livornese. Rinviata infine la sfida tra le matricoleHighlanders Formiginee Imola.

 

GIRONE 3

La capolista Bologna 1928 è caduta a Bondanello di Moglia, fermato da un Viadana che con la settima vittoria consecutiva si ritrova ormai a due soli punti dalla vetta, pur essendo partito da -12 in classifica. I caimani mantovani allenati da Pavan e Gamboa hanno preso le redini del big match con le mete di Cafarra e Donica, mentre i rossoblù di Marshallsay e Vedrani hanno risposto con un calcio di Giannuli e la marcatura di Bottone a inizio ripresa. I padroni di casa a questo punto sono tornati a macinare gioco, andando a bersaglio altre tre volte con Mezza, Wagnepfeil e Ferro, chiudendo i conti sul 29-10.

Ne approfitta il Patavium Union festeggia i 40 anni di rugby a Rubano agganciando al primo posto i bolognesi a 24 punti, grazie al successo su un Castellana mai domo. I trevisani di Bergamo, che nel recupero avevano fatto soffrire proprio Bologna cedendo 14-0, sono riusciti a rispondere alle prime tre mete dei padroni di casa allenati da Paladrani, Baraldo e Politeo. Il XV padovano è riuscito a trovare il colpo di coda decisivo a pochi minuti dal termine, su guizzo del mediano di mischia Nicoletti per il definitivo 22-15 che dà cinque punti al Patavium e uno al Castellana.

In terza posizione ad un punto dalla coppia di testa c’è l’Iniziative Villorba, tornato al successo dopo due sconfitte. I trevisani allenati da Giazzon e Mazzariol hanno vinto in trasferta punendo 15-35 il Cus Ferrara, grazie alle marcature di Pastrello, Franceschetto, Terzariol e De Felice. Quinto a quota 21 si trova invece il Mogliano, che torna a sognare dopo un periodo di appannamento. Nell’anticipo di sabato i cadetti trevisani si sono imposti di misura, 23-21, sul Mirano: decisiva la meta della mischia biancoblù a due minuti dalla termine, dopo che Mirano si era portato in vantaggio con i calci del cecchino Benetti.

Riprende quota anche il Cus Padova, fresco dei festeggiamenti per il 50° anniversario della società, stroncando negli ultimi venti minuti la cadetta del Verona per imporsi 33-10. Gode anche il Junior Brescia, che ottiene la seconda vittoria consecutiva sul campo del Valsugana cadetto, con il neo acquisto Zdrilich – lo scorso anno scudettato con il Calvisano - ad aprire le marcature nel 5-33 esterno.

 

GIRONE 4

E’ fuga a due per Avezzano e Primavera nel girone del Sud. La formazione marsicana era tornata al comando della classifica due settimane fa, dopo la decisione della Corte sportiva d’Appello che gli ha restituito i 5 punti e tolto la penalizzazione per l’incontro della prima giornata con il Cus Catania. Il giudice federale ha ripristinato il risultato finale di 48-26 dopo aver appurato la buona fede del club circa l’impiego di un giocatore, che non aveva comunicato alla Fir il via libera dei medici al suo rientro dopo un periodo di sospensione per trauma cranico nello scorso campionato (mentre era in forza ad un'altra società). Domenica la squadra di Rotilio ha espugnato lo stadio del Polisportiva Paganica, aggiudicandosi l’atteso derby abruzzese con il punteggio di 9-19. Come da previsioni è stato uno scontro combattuto e tirato, giocato punto a punto fino alla meta in drive che ha permesso ai gialloneri di Avezzano di portarsi avanti a metà della ripresa, chiudendo poi l’opera con due calci del preciso De Martino che hanno tolto il bonus difensivo ai padroni di casa allenati da Rotellini.

La Primavera, l’altra squadra imbattuta del girone, riesce così a riagganciare subito la vetta espugnando senza grossi patemi lo stadio di Cocciano, terreno di casa del Frascati 2015, fissando il finale sul 13-37 e salendo al primo posto insieme ad Avezzano con 34 punti.

Di rilievo è la vittoria dell’Arvalia Villa Pamphili sul Benevento, per 34-19, che vale il sorpasso al terzo posto con 26 punti ai danni del Paganica, fermo a 24. I biancoverdi romani hanno scavato il solco nel primo tempo con un piazzato e due mete trasformate da Gianluca Piergentili, subendo però il ritorno degli avversari fino al 22-19 a un quarto d’ora dal termine, anche a seguito di due cartellini gialli. Nel finale però la squadra di Zangrilli ha ristabilito le distanze, chiudendo i conti con altre due marcature pesanti.

Può sorridere anche un'altra compagine della capitale, l’Us Roma 1947, che ha fatto sua la delicata sfida al Cus Catania meritando l’intera posta in gioco. Il 27-12 conclusivo permette ai gialloblù romani di staccare proprio gli etnei al quinto posto, con 19 punti.

Paga dazio invece la Roma Olimpic 1930, fermata allo stadio Albricci di Napoli dalla Partenope nella sfida più blasonata del girone, tra due club che vantano in bacheca rispettivamente cinque e due scudetti. I biancazzurri di Sorrentino hanno portato a termine l’incontro avanti 22-15, lasciando agli ospiti la consolazione del bonus.

Primo successo stagionale infine per il C.L.C. Messina, che si è nettamente imposto nel derby siciliano di bassa classifica. La squadra di Lo Re ha espugnato lo stadio del Ragusa con il punteggio finale di 10-41, che gli consente di salire a 6 punti in classifica avvicinandosi al terz’ultimo posto occupato da Frascati e Roma Olimpic.

 

 

Classifiche e risultati di Serie B

Foto Francesca Pone

 

 

 

Scopri la nuova liena di palloni RM

 

 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

notizie correlate

Rugby: online il catalogo RM 2020/21

Rugby: online il catalogo RM 2020/21

Scegli tra la vasta gamma di prodotti certificati Rugbymeet, alta qualità a prezzi davvero convenienti
Rugby: il nuovo protocollo per l’allenamento in sicurezza

Rugby: il nuovo protocollo per l’allenamento in sicurezza

E' possibile tornare a utilizzare gli spogliatoi degli impianti sportivi
In Veneto via libera agli sport di contatto, rugby compreso

In Veneto via libera agli sport di contatto, rugby compreso

Il governatore Zaia “lo sport di contatto e di squadra è autorizzato”
Alessandro Da Lisca: “ha smesso il rugby prima di me!”

Alessandro Da Lisca: “ha smesso il rugby prima di me!”

Il più anziano giocatore del TOP12 “ho giocato l’ultima partita senza saperlo”
Aggiornamento del Protocollo di allenamento per il rugby di base

Aggiornamento del Protocollo di allenamento per il rugby di base

Torna possibile il passaggio della palla ovale, ecco come
Protocollo Fir: “così si allenano i podisti”

Protocollo Fir: “così si allenano i podisti”

Vietato passarsi la palla o condividere scudi da placcaggio
Vittorio Munari a 360 gradi sul rugby italiano

Vittorio Munari a 360 gradi sul rugby italiano

Accademie? Fallimento totale. Nei Media c’è gente che è organo di partito
Si ritira Agustin Costa Repetto, il prima linea metaman del campionato italiano

Si ritira Agustin Costa Repetto, il prima linea metaman del campionato italiano

Chiude la sua carriera con ben 410 punti a livello professionistico

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Serie B

notizie più cliccate di Serie B