2 anni fa 25/01/2019 22:32

Un errore all'80° costa caro a Treviso, con Ulster finisce 17-17

A partita finita, con un possesso in cassaforte, Benetton subisce una meta che scotta

A Belfast Treviso gioca con ben diciotto indisponibili, tra infortunati e convocati per il Sei Nazioni. Il match ha grande rilevanza per il prosieguo di Benetton in questo Pro14.

Il match è di alto spessore, ma l'inizio non è roseo. Partenza fulminea di Ulster: dopo il calcio d'inizio i padroni di casa recuperano l'ovale, palla veloce fino a McCloskey che scarica su Louis Ludik che va a segno dopo appena 45 secondi di gioco.

Reazione di Treviso che penetra con grande aggressività nei 22 avversari, arriva ad un passo dalla meta, ma sul passaggio decisivo Lamaro perde il possesso, con il pallone che "esplode" in avanti. Finalmente all'11° arriva la meta dei trevigiani. Ulster è in apnea, il Benetton è sul pezzo; gran palla per Tavuyara che avanza facilmente portando a spasso due giocatori irlandesi, Duvenage scarica su Federico Ruzza che si allunga facilmente in meta: 5-7.

Alla mezz'ora ottima prova di Treviso che, nonostante la sbandata iniziale, sta mantenendo costantemente il possesso nell'area irlandese. Ma Ulster difende bene, con i Leoni che continuano con ostinanza a contrastare la linea difensiva avversaria. Buon lavoro sui punti di incontro. Al 37' Owens fischia una punizione contro Alan O'Connor per un placcaggio scorretto (il giocatore non chiude le braccia), McKinley va per i pali: 5-10, punteggio su cui si chiude il primo tempo.

Nella ripresa, al 45', arriva la meta del pareggio di Ulster. Touche sui cinque metri, maul che avanza senza problemi, e Rob Herring arriva in meta: 10-10. Ulster che mostra maggior convinzione, ma Benetton che difende benissimo: Michele Lamaro dimostra di essere molto aggressivo nei placcaggi, così come Ruzza. Al 57' si accende il Benetton: ottima giocata alla mano con Ioane che guadagna metri, ottima mini unit con Fuser che avanza ulteriormente, Traorè rompe nuovamente la linea quando Treviso è ad un passo dalla meta; palla fuori per Halafihi, poi Tavuyara che, nel terzo match consecutivo, va a segno con una meta: 10-17.

Al 67' Ulster guadagna una touche a pochi metri dalla linea di meta, adesso Treviso soffre. I Leoni continuano a difendere pur commettendo un altro fallo, altra touche per Ulster, che prova nuovamente un drive. Gli irlandesi continuano ad entrare in contrasto con la linea difensiva avversaria, ma alla fine Marco Zanon riesce a mettere le mani sull'ovale e a recuperarlo. Gran difesa dei bianco-verdi! 

Al 73' gran palla per Rob Lyttle che evita due placcaggi, offload per Lowry che passa lovale a Cave. Il giocatore è ad un passo dalla meta... ma perde il pallone in avanti! Palla recuperata da Treviso, che si salva. Mischia per gli ospiti che guadagnano una punizione  e possono risalire il campo. Intanto man of the match a Ratuva Tavuyara, ma ottima prova di Ruzza, Fuser, Traorè, McKinley, Zanon e Lamaro. 

All'80° Ulster riesce a conquistare l'ovale, con Gianluca Barca che già canta vittoria! Gli irlandesi possono giocare una touche che li porta a pochi metri dalla linea di meta... e arriva la meta tecnica, anche se Owens sembra non dare spiegazioni, fischiando la fine dell'incontro! Per il rotto della cuffia i padroni di casa pareggiano una partita che, sicuramente, doveva finire diversamente. Finisce 17-17... tra lo stupore generale.

 

Tabellino: 1' mt. Ludik (5-0), 11' mt. Ruzza, tr. McKinley (5-7), 38' cp. McKinley (5-10), 45' mt. Herring (10-10), 57' mt. Tavuyara tr. McKinley (10-17), 80'+1 meta tecnica Ulster (17-17)

Calciatori: Billy Burns (0/1), Michael Lowry (0/1), Ian McKinley (3/3)

Ulster: 15 Michael Lowry, 14 Robert Baloucoune, 13 James Hume, 12 Stuart McCloskey, 11 Louis Ludik, 10 Billy Burns, 9 Dave Shanahan, 8 Greg Jones, 7 Nick Timoney, 6 Ian Nagle, 5 Kieran Treadwell, 4 Alan O’Connor (c), 3 Marty Moore, 2 Rob Herring, 1 Andy Warwick
Panchina: 16 John Andrew, 17 Wiehahn Herbst, 18 Tom O’Toole, 19 Matthew Dalton, 20 Clive Ross, 21 Jonny Stewart, 22 Darren Cave, 23 Rob Lyttle

Benetton Rugby: 15 Luca Sperandio, 14 Ratuva Tavuyara, 13 Tommaso Iannone, 12 Marco Zanon, 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley, 9 Dewaldt Duvenage, 8 Toa Halafihi, 7 Michele Lamaro, 6 Marco Lazzaroni, 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Hame Faiva, 1 Nicola Quaglio.
A disposizione: 16 Tomas Baravalle, 17 Cherif Traore, 18 Simone Ferrari, 19 Marco Fuser, 20 Giovanni Pettinelli, 21 Marco Barbini, 22 Edoardo Gori, 23 Ignacio Brex

 

Ravenhill Stadium, Belfast

Arbitro: Nigel Owens (WRU)
Assistenti: Andrew Brace (IRFU), Rhys Jones (WRU)
TMO: Brian MacNeice (IRFU)

Man of the Match: Ratuva Tavuyara (Benetton)

 

Risultati della 14° giornata di Guinness Pro14 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Foto Alfio Guarise

 

La cover della tua squadra di rugby solo nello shop di Rugbymeet

notizie correlate

L’unione di SA Rugby e PRO14 da vita alla United Rugby Championship

L’unione di SA Rugby e PRO14 da vita alla United Rugby Championship

Nuovo format per il campionato che svolgeranno Benetton e Zebre nella prossima stagione
Benetton incontrerà Bulls in finale di Rainbow Cup

Benetton incontrerà Bulls in finale di Rainbow Cup

La squadra di Jake White batte gli Sharks per 22-34 e accede alla finalissima
Benetton Rugby in finale

Benetton Rugby in finale

Annullata la partita con gli Ospreys per covid
Benetton Rugby - Connacht 20-12 [VIDEO]

Benetton Rugby - Connacht 20-12 [VIDEO]

Zanon “i primi cinque hanno lavorato duro. Se noi trequarti giochiamo bene è grazie a loro”
Benetton Rugby ai saluti con 10 giocatori

Benetton Rugby ai saluti con 10 giocatori

Dopo 15 stagioni Alberto Sgarbi non vestirà più il bianco verde
Benetton continua la striscia di vittorie, Connacht battuto 20-12

Benetton continua la striscia di vittorie, Connacht battuto 20-12

Quarto successo consecutivo in Rainbow Cup per i Leoni
Allrugby numero 159: "a quiet man", per la Nazionale arriva l'usato sicuro Kieran Crowley

Allrugby numero 159: "a quiet man", per la Nazionale arriva l'usato sicuro Kieran Crowley

Con interviste a Ian Madigan (Ulster), Michele Dalai (Zebre), Andrea Di Giandomenico (Nazionale Femminile)

ultime notizie di Pro14

notizie più cliccate di Pro14