3 anni fa 31/12/2016 11:50

Un anno di rugby italiano

Rovigo torna campione d’Italia, gli azzurri battono il Sud Africa

Dopo aver parlato dei momenti più importanti del rugby internazionale nel 2016 ora vediamo cosa è successo in Italia.
A livello di Rugby italiano nel 2016 non possiamo che ricordare lo scudetto del Rugby Rovigo, i Bersaglieri sono tornati a vincere il campionato italiano dopo 26 anni. Al Battaglini di Rovigo, i rossoblu hanno battuto 20-13 il Rugby Calvisano, era il 28 maggio 2016. 

Parlando di Nazionale nel 2016 abbiamo visto gli addii alla maglia azzurra di tre grandi campioni: Andrea Masi, Marco Bortolami e Martin Castrogiovanni hanno appeso definitivamente le scarpe al chiodo.
Masi non è riuscito a recuperare dopo l’operazione al tendine d’achille e saluta il rugby giocato all’età di 35 anni e 95 caps con l’ItalRugby. 
Bortolami finisce la sua carriera da giocatore per intraprendere quella da allenatore (attuale allenatore della touche del Benetton), il padovano appende le scarpette al chiodo dopo 112 caps in Nazionale all’età di 36 anni.
Castro ha lasciato il rugby nel modo più chiacchierato possibile, cosa potevamo aspettarci da un tipo come lui? Con 119 caps è il pilone azzurro più presente di sempre. Nella sua Paranà l’addio con l’ultima partita  a 35 anni. 

Con tre mostri sacri che lasciano, il 2016 ci ha regalato altrettanti esordi: Mattia Bellini, Simone Ferrari, Edoardo Padovani, David Odiete e Marcello Violi sono alcuni dei giovani più promettenti del panorama italiano. Quest’anno per loro è stato l’esordio nel rugby internazionale in maglia azzurra, giovani di buone speranze che dovranno guadagnarsi la maglia da titolare nell’Italia. 

Il 2016 ha visto anche il cambio di tecnico sulla panchina azzurra, Jacques Brunel saluta dopo 4 anni alla guida dell’ItalRugby, al suo posto l’irlandese Conor O’Shea. La nuova era di O’Shea sembra essere iniziata bene, proprio dai giocatori arrivano sensazioni positive per il nuovo metodo di allenamento, i risultati arriveranno.. Speriamo presto!

Finiamo con il giorno più importante dell’anno. Il 19 novembre 2016 l’Italia batte il Sud Africa per la prima volta nella storia, al Franchi di Firenze gli azzurri vincono contro gli Springboks 20-18. La storia è stata scritta. 

 

Noi di Rugbymeet salutiamo insieme a voi questo 2016 e vi/ci auguriamo un 2017 ricco di soddisfazioni rugbistiche ad ogni livello! 

Foto Alfio Guarise

 

notizie correlate

Andrea Masi bocciato al test Brexit "È difficile anche per gli inglesi"

Andrea Masi bocciato al test Brexit "È difficile anche per gli inglesi"

"Impossibile superarlo" ha dichiarato l'ex Azzurro, attualmente dirigente dell'Academy Wasps
Andrea Masi parla della Wasps Academy

Andrea Masi parla della Wasps Academy

Masi “vogliamo che i nostri giovani facciano errori, vogliamo che si sentano liberi di sbagliare”
Da Maci Battaglini a Michele Campagnaro, quanti italiani all'estero!

Da Maci Battaglini a Michele Campagnaro, quanti italiani all'estero!

Le leggende Azzurre che hanno portato il tricolore nei grandi club stranieri
Andrea Masi miglior giocatore del 6 Nazioni 2011 [VIDEO]

Andrea Masi miglior giocatore del 6 Nazioni 2011 [VIDEO]

Spegne 37 candeline uno dei trequarti azzurri più forti di sempre
Masi allenatore dell'Academy Wasps

Masi allenatore dell'Academy Wasps

L'ex utility back azzurro tornerà a Londra come allenatore dell'Academy
TOP10: il calendario della stagione 2020/21

TOP10: il calendario della stagione 2020/21

Gironi e calendario di Coppa Italia
Rugby: campionati e squadre della stagione 2020/21

Rugby: campionati e squadre della stagione 2020/21

Ufficializzati composizioni e modifiche ai campionati nazionali di rugby

ultime notizie di Nazionale

notizie più cliccate di Nazionale