8 mesi fa 29/11/2019 22:02

Razzismo, Maxime Mbandà insultato in strada a Milano

Ennesimo episodio di razzismo, stavolta contro il nazionale Azzurro Maxime Mbandà

L'episodio è accaduto ieri, è ha avuto come vittima il giocatore di rugby Maxime Mbandà, internazionale Azzurro e in forza alle Zebre.

In seguito ad una lite con un automobilista questi ha rivolto al giocatore degli insulti razzisti. Maxime Mbandà nato da papà africano e madre originaria di Pannarano, in provincia di Benevento, è per giunta nato a Roma, quindi italiano a tutti gli effetti. In seguito all'episodio il giocatore ha deciso di denunciare quanto accaduto sulla sua pagina Facebook.

Il 27enne milanese, secondo quanto riportato da La Repubblica, avrebbe anche presentato denuncia contro l'automobilista. Non solo per gli insulti razzisti, ma perché al termine della lite, l'uomo avrebbe inseguito Mbandà in un parcheggio addirittura tentando di investirlo prima di fuggire. L'azzurro (20 caps) era di ritorno da una cena con la propria compagna.

Ecco il post pubblicato da Maxime Mbandà:

"Ieri sera, dopo anni che non mi succedeva, ho subito un atto di razzismo.
Giusto appunto due giorni fa, rispondendo ad una domanda, dissi che i miei genitori mi avevano insegnato sin da piccolo ad affrontare gli episodi di razzismo col sorriso, MA QUESTA VOLTA NO.
Questa volta non erano frasi dette da un bambino che avrebbe potuto semplicemente ed ingenuamente ripetere ció che poteva aver sentito da genitori, altri bambini, televisione o qualsiasi altra fonte.
Sentirsi dire, da cittadino italiano e mulatto quale sono “VATTENE NEGRO DI M****, TORNATENE AL TUO PAESE” (parole tutte reperibili in qualsiasi dizionario Treccani), mi ha letteralmente ferito, deluso, danneggiato moralmente e mi ha fatto riflettere tutta la notte. Solitamente cerco di farmi scivolare addosso tutte quelle frasi stupide che vengono passate come barzellette o frasi scherzose riguardante i NEGRI o comunque gli immigrati in generale, MA QUESTA VOLTA NO.
Sono nato in Italia da una donna sannita di Pannarano, un paesino in provincia di Benevento e da un uomo congolese, venuto in questo Paese con una borsa di studio a 19 anni e diventato un Medico Chirurgo sapendo solo lui le difficoltà a cui sia andato in contro.
Sarò sempre quel “NEGRO” che alcune persone ignoranti usano con quel tono dispregiativo e sarò sempre ITALIANO, che la gente lo voglia o no.
Sono fiero di essere il risultato dell’unione di due culture diverse e mi batteró sempre affinché vengano RISPETTATI I DIRITTI DI CITTADINO ITALIANO E DEL MONDO miei e di qualsiasi altra persona che abbia una storia analoga alla mia e che si possa chiamare Mario, Giulia, Juan, Xiang, Mohamed. Spero tanto che alla persona in questione arrivi, anche solo per sbaglio, questo messaggio e che si faccia un esame di coscienza oltre che ritagliarsi qualche momento delle sue giornate per leggere ed acculturarsi per evitare di rimanere nella deficienza, intesa come difetto di preparazione scolastica."

 

Michele Morra  8 mesi fa

Niente di cui meravigliarsi,in un paese ormai allo sbando che ha perso la trebisonda da decenni la discesa verso il razzismo è solo uno step dello sgretolamento di una società,è una tappa e ovviamente non potevamo farcela mancare.D'altronde siamo da sempre testimoni della incalcolabile imbecillità di fior di deficienti che ancora si combattono a colpi di "terrone" e "polentone".Siamo razzisti tra noi Italiani dello stesso colore,che altro potevamo aspettarci verso gli Italiani di colore diverso?

Francesco Foltran  8 mesi fa

I SOLITI INGNORANTI STUPIDI E CRETINI , che poi gli ingoranti non sanno neanche che ha sua mamma italiana . bisognerebbe PLACCARLI....NO CHIACCHERE.

Francesco Foltran  8 mesi fa

NEL RUGBY IL RAZZISMO NON ESISTE! SCHIACCIAMO GLI INSETTI

notizie correlate

Christophe Dominici accusato di furto e violenza

Christophe Dominici accusato di furto e violenza

L’ex ala della Francia è stato escluso dalle trattative tra Béziers e gli Emirati Arabi
Rugbysta salva ex sindaco da aggressione

Rugbysta salva ex sindaco da aggressione

Paco Ogert dell’Alghero Rugby è intervenuto in soccorso dell’uomo
Muore giovane pilone del Pau, aveva 21 anni

Muore giovane pilone del Pau, aveva 21 anni

Franck Lascassies aveva un passato nel Bayonne e attualmente era in forza al Pau
Jamie Roberts scende in campo a fianco del personale medico

Jamie Roberts scende in campo a fianco del personale medico

“Questa potrebbe essere la più grande squadra gallese di sempre”
Coronavirus: muore a 44 anni ex giocatore di rugby

Coronavirus: muore a 44 anni ex giocatore di rugby

La scomparsa di Walter Rolando Rodriguez ha scosso l’ambiente sportivo
Rugby: arrestati giocatori scappati dalla quarantena

Rugby: arrestati giocatori scappati dalla quarantena

In arrivo ulteriori sanzioni a livello sportivo
Formazione giovani: Ascione “serve quantità e qualità”

Formazione giovani: Ascione “serve quantità e qualità”

La Nazionale del futuro guarda alla prevenzione infortuni e all’aspetto mentale dei giocatori

ultime notizie di Nazionale

notizie più cliccate di Nazionale