2 mesi fa 28/11/2020 11:46

Tri Nations: All Blacks assatanati, battuta l’Argentina 0-38

I neozelandesi dominano e non danno mai scampo al XV di Pablo Ledesma

Gli argentini si presentano carichi dopo aver raccolto due risultati utili consecutivi, il primo proprio contro gli All Blacks con una vittoria storica, il secondo invece è stato il pareggio con l’Australia. I neozelandesi si ritrovano obbligati a vincere per restare a galla e provare a trionfare in questo Tri Nations. Il XV di Pablo Ledesma ha presentato 10 cambi rispetto al match con i Wallabies di sabato scorso e proveranno nell’impresa perché ricordiamo che la classifica mette tutte le squadre a 6 punti, dunque tutto può ancora succedere soprattutto perché i Pumas sono gli unici ad avere ancora due partite da giocare. La cronaca del match:

Il primo tempo parte con degli straripanti All Blacks. Al 5’ c’è l’errore al piede per Jordie Barrett, ma la prima marcatura non tarda ad arrivare perché al 12’ ecco la meta di Dan Coles che riceve il pallone da un’ottima lettura di Mo’unga che scavalca Santiago Cordero e permette al tallonatore degli Hurricanes di andare in meta. La trasformazione di Mo’unga è sublime, 0-7. I neozelandesi continuano ad attaccare e segnano altri 3 punti punendo un fuorigioco degli avversari, al 17’ 0-10.  Si continua a giocare in una sola metà campo, anche se gli argentini hanno avuto una grande occasione con una mischia a loro favore nei 22 neozelandesi, ma il XV di Foster è di gran lunga superiore anche nelle fasi statiche. Il pallino del gioco è di dominio neozelandese, il primo tempo si chiude 0-10 a loro favore dopo il clamoroso errore di Mo’unga al piede.

Nel secondo tempo dopo attimi di “paura” sono sempre gli All Blacks a dominare, ma nonostante ciò gli argentini restano in partita, al 50’ sempre 0-10. Al 52’ dopo aver sprecato tanto arriva la marcatura di un grande Ardie Savea, dominante in ogni parte del campo, dopo una grande giocata in touches arrivata da un lancio bellissimo di Dan Coles. Mo’unga trasforma, 0-17. I Pumas ci provano ma sono tanti gli errori di handling portando sempre il possesso agli All Blacks che sfruttano un Ardie Savea in grande spolvero per continuare ad attaccare nei 22 avversari. Mo’unga non in serata continua a fare cross kick all’ala, tutti fuori misura buttando via grandi opportunità. Al 70’ gli All Blacks chiudono i conti senza soffrire, gli argentini gettano a terra il pallone dopo aver tentato una giocata complicata e a raccogliere il pallone è il neo entrato Will Jordan a volare in mezzo ai pali, Mo’unga trasforma 0-24. Dopo un minuto soltanto è ancora il crusader Will Jordan a segnare intercettando il pallone, 0-31. A rovinare una bellissima serata oltre oceano ci ha pensato Lomax con una gomitata da rosso in faccia a Sordoni, punito solo con un cartellino giallo, in caso di espulsione sarebbe stato il sesto All Blacks della storia. A tempo scaduto Will Jordan dimostra di essere un titolare più che un sostituto portando ancora la sua squadra a marcare, questo è il turno di Tuipulotu. A Sydney finisce 0-38.

Sabato l'ultima giornata, c'è da ricordare che gli All Blacks non hanno ancora vinto il torneo, ma hanno ottenuto il bonus portandosi a più 5 sulle contendenti. Da guardare con grande interesse Australia-Argentina per capire gli sviluppi finali.

 

 

Tabellino: 13’ meta Coles tr. Mo’unga (7-0) 17’ c.p. Mo’unga (10-0), 52’ meta Savea tr. Mo’unga (17-0), 68’ meta Jordan tr. Mo’unga (24-0), 71’ meta Jordan tr. Mo’unga (31-0), 80’ meta Rieko Ioane tr. Mo’unga (38-0).

Cartellini: 80’ giallo Tyrel Lomax (All Blacks)

All Blacks: 15 Beauden Barrett, 14 Jordie Barrett, 13 Anton Lienert-Brown, 12 Jack Goodhue, 11 Caleb Clarke, 10 Richie Mo’unga, 9 Aaron Smith, 8 Ardie Savea, 7 Sam Cane (c), 6 Akira Ioane, 5 Samuel Whitelock, 4 Scott Barrett, 3 Nepo Laulala, 2 Dane Coles, 1 Joe Moody
Panchina: 16 Codie Taylor, 17 Karl Tu’inukuafe, 18 Tyrel Lomax, 19 Patrick Tuipulotu, 20 Hoskins Sotutu, 21 TJ Perenara, 22 Rieko Ioane, 23 Will Jordan

Argentina: 15 Emiliano Boffelli, 14 Ramiro Moyano, 13 Juan Cruz Mallia, 12 Jeronimo de la Fuente, 11 Santiago Cordero, 10 Nicolas Sanchez, 9 Felipe Ezcurra, 8 Facundo Isa, 7 Marcos Kremer, 6 Pablo Matera (c), 5 Lucas Paulos, 4 Guido Petti, 3 Santiago Medrano, 2 Julian Montoya, 1 Mayco Vivas
Panchina: 16 Santiago Socino, 17 Nahuel Tetaz Chaparro, 18 Lucio Sordoni, 19 Matías Alemanno, 20 Santiago Grondona, 21 Gonzalo Bertranou, 22 Santiago Carreras, 23 Lucas Mensa

 

McDonald Jones Stadium, Newcastle

Arbitro: Nic Berry (Australia)
Assistenti: Angus Gardner (Australia), Ben O’Keeffe (New Zealand)
TMO: Paul Williams (New Zealand)

 

 

Foto All Blacks twitter

notizie correlate

Dan Carter saluta il rugby giocato

Dan Carter saluta il rugby giocato

Il recordman degli All Blacks appende gli scarpini al chiodo, ecco la sua storia
Quando Joe Biden incontrò gli All Blacks [VIDEO]

Quando Joe Biden incontrò gli All Blacks [VIDEO]

Il 46° Presidente USA è un appassionato di rugby
Rugby: il meglio del 2020

Rugby: il meglio del 2020

Cosa ci è piaciuto in questo difficoltoso 2020
Jerome Kaino annuncia il ritiro

Jerome Kaino annuncia il ritiro

"Al cento per cento, questo è il mio ultimo anno."
Rugby: il 2020 in numeri

Rugby: il 2020 in numeri

Zero è il numero di partite giocate nel 2020 dai campioni del mondo del Sudafrica

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale