2 anni fa 16/01/2021 09:54

Quando il Trofeo della Coppa del Mondo venne rubato

Scomparso per vent'anni e ritrovato in una fossa

Un trofeo rubato in una camera d'albergo? Ritrovato dopo vent'anni e portato davanti ad un centro benessere? Sembra una trama da spy story ma è ciò che capitò, nel 1970 al Trofeo Paul Barrière... vale a dire la Coppa del Mondo di rugby league.

La prima edizione del Mondiale di rugby a 13 si disputò nel 1954. Questo trofeo fu commissionato nell'anno precedente dall'allora presidente della Federugby francese di rugby league Paul Barrière, al costo record di 8 milioni di franchi. Un valore considerevole per uno sport di nicchia, e si vede che qualcuno pensò bene di approfittarne.

Nel 1970 si disputa la 5° edizione della Rugby League World Cup. L'Australia, campione in carica, decide di far esporre il trofeo in una bacheca del Midland Hotel, Bradford. La notte del 1° novembre, sei giorni precedenti la finale, la coppa viene rubata. L'ultima persona ad aver sollevato l'oggetto, prima del furto, era stato il capitano dei Kangaroos Johnny Raper, al termine della finale dei Mondiali 1968. Ironia della sorte, il Trofeo all'epoca non sarebbe stato assegnato al vincitore: la RLIF era in procinto di sostituirlo con una nuova coppa.

Dopo il furto, tra il 1972 e il 1992 vennero usati trofei diversi. Ben vent'anni! Soltanto nel 1990 Stephen Uttley, di Bradford, trovò la Coppa in una fossa nei pressi della sede di una squadra di rugby. Uttley non era a conoscenza del "tesoro" che aveva tra le mani, e iniziò a fare delle ricerche per risalire ai "proprietari". Consegnò il trofeo alla polizia, ma dopo 28 giorni questi lo restituirono poichè non fu reclamato da nessuno. 

Alla fine Uttley mise un annuncio sul giornale. Questi attirò l'attenzione dello storico del rugby Trevor Delaney, che riconobbe il Paul Barrière Trophy, temporaneamente usato da un centro benessere per delle competizioni di bodybuilding. Fu riconsegnato all'allenatore Roger Millward, che lo portò alla sede della RFL di Leeds. Reintrodotto nel 2000, diventerà ufficiale a partire dalla Rugby League World Cup 2017.

Ah... Stephen Uttley non volle essere ricompensato, volle soltanto i biglietti per alcune partite da parte della RFL. 

Il prossimo ottobre il trofeo tornerà in scena, con la sedicesima edizione della Rugby League World Cup, che si disputerà in Inghilterra.

 

 

Foto YorkMix

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

notizie correlate

La Scozia torna a vincere a Londra, l'Inghilterra cede 23 a 29

La Scozia torna a vincere a Londra, l'Inghilterra cede 23 a 29

Il Cardo espugna per la seconda volta, in due anni, il Twickenham Stadium
Irlanda esordio da incorniciare, Galles battuto 10 a 34

Irlanda esordio da incorniciare, Galles battuto 10 a 34

Warren Gatland avrà parecchio lavoro da fare, a Cardiff passano i Verdi
Scozia: la formazione per l’esordio nel Sei Nazioni 2023

Scozia: la formazione per l’esordio nel Sei Nazioni 2023

Gregor Townsend presenta la squadra più pericolosa del 6 Nazioni
Il Sei Nazioni compie 140 anni, facciamo un riepilogo

Il Sei Nazioni compie 140 anni, facciamo un riepilogo

Tutti gli aneddoti del "Greatest Championship", dal 1883 ad oggi
Presentato a Londra  il Sei Nazioni 2023

Presentato a Londra il Sei Nazioni 2023

Il calendario e le dirette TV delle partite del 6 Nazioni
Altro successo per Benetton, Stade Français battuto 35 a 32

Altro successo per Benetton, Stade Français battuto 35 a 32

Terza vittoria per i Leoni in questa Challenge Cup, adesso ci sono gli ottavi
Italia A non c'è storia, Romania battuta 64 a 3

Italia A non c'è storia, Romania battuta 64 a 3

A Viadana gli Azzurri di Troncon vincono di schianto

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale