5 mesi fa 27/04/2020 10:52

Gli ex capitani dell’Australia chiedono e ottengono le dimissioni di Raelene Castle

La lettera firmata da 10 ex capitani Wallabies lascia il segno

L’amministratore delegato della federazione australiana Raelene Castle si è dimessa dalla carica di CEO di Australian Rugby Union.

Castle ha annunciato le sue dimissioni venerdì durante la diretta dello show televisivo ABC condotto dal presentatore Leigh Sales. Dopo due anni e mezzo la più volte criticata Raelene Castle lascia così l’incarico di amministratore delegato di Australian Rugby Union.

“Adoro e amerò sempre il rugby e le persone con cui ho avuto l'onore di lavorare da quando ho assunto questo ruolo”, si legge nella nota ufficiale della federugby australiana.

“Il gioco è al di sopra di qualsiasi individuo, quindi proprio stasera ho annunciato alla Presidenza che mi sarei dimessa dal ruolo e che avrei fatto tutto il necessario per garantire una consegna ordinata della mia carica” dichiara Raelene Castle.

 

La decisione della Castle arriva qualche giorno dopo aver ricevuto la lettera firmata da 10 ex capitani Wallabies, una lettera in cui le ex stelle dell’Australia chiedevano a tutta l'amministrazione di “farsi da parte”. Nella lettera era esplicitamente espressa grande “preoccupazione su come il rugby australiano è stato amministrato negli ultimi anni”.

A dirigere l’attacco contro la federazione sarebbe stato Nick Farr-Jones, vincitore del Mondiale 1991, spalleggiato dagli altri 9 firmatari ed ex capitani George Gregan, Stirling Mortlock, George Smith, Michael Lynagh, Simon Poidevin, Stephen Moore, Jason Little, Rod McCall, Nathan Sharpe e Phil Kearns; quest’ultimo è uno dei principali candidati nel subentrare alla Castle.

Si sono astenuti dalla firma della missiva John Eales e Tim Horan.

 

Grava sulla Castle la pessima gestione del caso Israel Folau, famoso giocatore dei Wallabies squalificato per i sui commenti omofobi pubblicati nei social, Folau ha successivamente vinto la causa portata in tribunale.

Il rugby australiano è in piena crisi economica, solo nello scorso anno la ARU avrebbe perso circa 6 milioni di Euro (10 milioni di dollari australiani), a questi si sommano il credito da 1,7 milioni di Euro da versare a Folau oltre alle incalcolabili perdite per la attuale crisi economico-sanitaria di COVID-19.

 

Recentemente Raelene Castle ha supervisionato la nomina di Dave Rennie come prossimo allenatore dei Wallabies assieme al suo nuovo staff tecnico composto dagli assistenti Matt Taylor e Scott Wisemantel, la nuova squadra di allenatori Wallabies inizierà a lavorare da luglio.

 

notizie correlate

Michael Cheika consulente dell'Argentina

Michael Cheika consulente dell'Argentina

L'ex coach dei Wallabies farà parte dello staff dei Pumas durante il Rugby Championship
Bledisloe Cup: All Blacks - Australia in ottobre

Bledisloe Cup: All Blacks - Australia in ottobre

La Nuova Zelanda ospiterà i due match di Bledisloe Cup
Rugby Championship 2020: l'evento si disputerà in Australia

Rugby Championship 2020: l'evento si disputerà in Australia

Il SANZAAR ha scelto l'organizzatore del prossimo Rugby Championship
Tutti i test match Autunnali... che non vedremo

Tutti i test match Autunnali... che non vedremo

Quest anno gli Autumn Internationals ci saranno... ma tante partite interessanti sono state cancellate
Rugby Australia rischia il fallimento

Rugby Australia rischia il fallimento

La Federugby potrebbe andare sotto di 72 milioni di dollari. A breve tagli agli stipendi dei giocatori

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale