3 anni fa 03/06/2017 21:12

Valsugana tre volte campionesse d’Italia

Battuto in finale il Colorno 0-32

La maggiore esperienza e una doppia semifinale sicuramente più impegnativa ha premiato il Valsugana che si laurea per il terzo anno consecutivo campione d’Italia. Colorno forse non era abituato a giocare partite importanti come la finalissima di Serie A femminile e deve cedere alle “Valsu girls” con un netto 0-32.

Nel primo tempo vanno in meta le venete prima con Valentina Ruzza (sorella di Federico) e Folli, pesano tantissimo i due gialli per le ragazze in rosso Merlo e Franco. 

A inizio secondo tempo arriva anche il terzo giallo estratto alla terza linea Francesca Sberna per placcaggio alto, ne approfitta il Valsugana che avanza con la maul, l’ovale esce e Beatrice Rigoni si infila nello spazio e si tuffa in meta grazie alla superiorità numerica. Il resto del secondo tempo il Colorno si dimostra più indisciplinato delle avversarie che andranno a marcare con la Zangirolami e ancora con la Ruzza all’80esimo, per un totale di 5 mete a zero. 

Un Valsugana Rugby meno nervoso e più ordinato, grazie alla gestione del gioco di Beatrice Rigoni, domina la 26° finale del campionato italiano femminile e vince meritatamente il titolo di campione d’Italia.

 

Tabellino: 10’ meta Ruzza tr. Rigoni (0-7), 20’ meta Folli (0-12), 40’ c.p. Rigoni (0-15), 46’ meta Rigoni (0-20), 70’ meta Zangirolami (0-25), 80’ meta Ruzza tr. Rigoni (0-32).

Cartellini: 9’ giallo Merlo (Colorno), 33’ giallo Franco (Colorno), 45’ giallo Sberna (Colorno), 57’ giallo Rigoni (Valsugana)

Rugby Colorno: Fontanella; Bonaldo, Cioffi, Howard, Fiorello; Madia (cap), Violi; Boledi, Sberna, Franco; Merlo, Tounesi; Di Masi, Campanini, Giacomoli
a disposizioneTurani, Appiani, Casolin, Cornia, Caci, Iemmi, Morra, Tocchetti
all. Prestera
Valsugana Padova: Guariglia; Vitadello, Folli, Costantini M., Andreaggi; Rigoni, Zatti; Giordano (cap), Veronese, Zangirolami; Stoppa, Ruzza; Gai, Cerato, Galiazzo
a disposizione: Jeni, Maran, Bortolotto, Belluco, Cuman, Nascinben, Frezza, Ostuni
all. Bezzati/Frasson


arb. Pacifico (Benevento)
g.d.l. Munarini (Parma), Giuliani (Milano)
quarto uomo: Panariello (Napoli)

Foto Daniel Cau

notizie correlate

Italdonne, le 26 convocate per la Scozia

Italdonne, le 26 convocate per la Scozia

A Parma le ragazze si preparano per il secondo turno del Sei Nazioni Femminile
Italdonne, il XV che sabato affronterà l’Inghilterra

Italdonne, il XV che sabato affronterà l’Inghilterra

Al Lanfranchi parte l'avventura italiana nel Sei Nazioni Femminile
Erika Morri: ”Serve più visibilità per il rugby al femminile”

Erika Morri: ”Serve più visibilità per il rugby al femminile”

L’intervista rilasciata alla U.S. Women’s Rugby Foundation
Italdonne: le 30 convocate al raduno di Parma

Italdonne: le 30 convocate al raduno di Parma

Azzurre in preparazione del Women’s Six Nations 2021
Rugby femminile: nasce WXV

Rugby femminile: nasce WXV

Nasce un nuovo torneo internazionale
La gaffe di Giovanni Malagò sulle donne e il rugby

La gaffe di Giovanni Malagò sulle donne e il rugby

Uno scivolone del Presidente del CONI durante l'Assemblea Generale Elettiva FIR
Erika Morri al lavoro per allargare il bacino d’utenza

Erika Morri al lavoro per allargare il bacino d’utenza

Le scuole il suo punto principale per crescere e battere il bullismo
Ufficiale: rinviati i mondiali femminili in Nuova Zelanda

Ufficiale: rinviati i mondiali femminili in Nuova Zelanda

La Women’s Rugby World Cup verrà posticipata di un anno

ultime notizie di Femminile

notizie più cliccate di Femminile