1 mese fa 17/03/2021 01:54

Rugby femminile: nasce WXV

Nasce un nuovo torneo internazionale

World rugby annuncia una importante novità per il rugby femminile mondiale, un nuovo torneo interazione che proporrà la crescita del rugby femminile aumentando al tempo stesso la competitività delle squadre in vista della Rugby World Cup 2025. La federazione internazionale ha lanciato WXV, una competizione annuale con tre divisioni che prenderà il via nel 2023.

 

Supportata da un finanziamento iniziale di 6.4 milioni di sterline da parte di World Rugby, la competizione coinvolgerà sedici nazionali nella finestra internazionale di Settembre-Ottobre, eccetto che nell’anno della Rugby World Cup. Le Nazionali si qualificheranno annualmente al WVX in base alle competizioni continentali già esistenti, tra cui il Sei Nazionali femminile, entro giugno.

 

Una manifestazione transnazionale per la qualificazione alla prima categoria del WXV verrà a sua volta organizzata su base annuale per garantire la qualificazione tra Australia, Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti offrendo al tempo stesso una nuova, inedita opportunità di confronto annuale a queste Nazionali.

 

Formula


WXV 1
WXV vedrà la partecipazione di sei squadre, con gare incrociate tra i due gironi di appartenenza. Torneo organizzato in una location singola predefinita, su base annuale, con le prime tre classificate dal Sei Nazioni e le tre migliori dalla nuova competizione con Australia, Canada, Nuova Zelanda e USA. Ogni squadra giocherà tre incontri. Nel primo ciclo 2023-24 non sono previste promozioni o retrocessioni.

WXV 2
WXV vedrà la partecipazione di sei squadre, con gare incrociate tra i due gironi di appartenenza. Torneo organizzato in una location singola predefinita, su base annuale. Due squadre europee, la quarta classificata della competizione oceanico-americana, una squadra per Oceania, Asia e Africa. La sesta classificata nel WXV di ogni anno retrocederà in WXV 3 l’anno seguente.

WXV 3
Girone all’italiana con quattro squadre. Torneo organizzato in una location singola predefinita, su base annuale. Due Nazionali europee, una asiatica e la vincente di un play-off tra Africa e Sudamerica. La migliore classificata sarà promossa per la stagione successiva in WXV2. Un playoff tra l’ultima classificata e la successiva migliore classificata del ranking tra le non partecipanti determinerà la partecipante per l’anno successivo.

 

 

 

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

 

 

notizie correlate

Rugby: Borse di Studio Filippo Cantoni, aperti i bandi 2020/21

Rugby: Borse di Studio Filippo Cantoni, aperti i bandi 2020/21

L’Associazione Onlus Sostegno Ovale promuove sport e studio
Pro14: Michael Bradley miglior allenatore della stagione

Pro14: Michael Bradley miglior allenatore della stagione

Dalledonne “per costruire ci vuol tempo, ma stiamo iniziando a raccogliere i primi risultati”
Marzio Innocenti Presidente della Federazione Italiana Rugby

Marzio Innocenti Presidente della Federazione Italiana Rugby

L’ex capitano azzurro prende il posto di Alfredo Gavazzi alla guida di Fir
Il rugby a Bologna si fa unico, nasce il Bologna Rugby

Il rugby a Bologna si fa unico, nasce il Bologna Rugby

Rugby Bologna 1928 e Reno Rugby Bologna 1967, le due società rivali uniscono le forze
Italdonne, il XV per sfidare la Scozia

Italdonne, il XV per sfidare la Scozia

Sabato a Glasgow le Azzurre vogliono trovare la prima vittoria
Italdonne, le 26 convocate per la Scozia

Italdonne, le 26 convocate per la Scozia

A Parma le ragazze si preparano per il secondo turno del Sei Nazioni Femminile

ultime notizie di Femminile

notizie più cliccate di Femminile