1 mese fa 03/08/2020 23:41

Nasce un progetto per lo sviluppo del rugby femminile in Veneto

L'unione fa la forza anche nel rugby femminile

Nasce un nuovo progetto per il rugby femminile, iniziativa che vedrà tre realtà del panorama femminile italiano, Red Panthers, Mogliano Rugby 1969 e Silea Rugby 1981, collaborare mettendo a disposizione tecnici e giocatrici con il fine ultimo di far crescere il movimento femminile e far crescere sportivamente le atlete delle tre compagini venete.  

Le Red Panthers di Treviso continueranno a giocare nella Serie A Femminile con l’aiuto volontario di Mogliano Rugby 1969 e il Silea Rugby 1981 che intendono partecipare alla Coppa Italia femminile di Serie A di rugby a 7 ma potranno anche tesserare delle nuove atlete o disporre di ragazze in arrivo dalle Red Panthers. 

L’unione delle tre realtà femminili nasce per migliorare la formazione tecnica di base di tutte le atlete delle tre società e per alimentare il flusso di giocatrici tra una compagine e l’altra. Una sinergia che ha trovato la sua nascita ufficiale lo scorso mercoledì sera, quando i dirigenti, gli allenatori e le ragazze dei tre club si sono ritrovati negli spazi esterni de La Ghirada. 

Le Red Panthers del Benetton Rugby avranno uno staff tecnico rivisitato e composto da un nuovo team coach proveniente dal Mogliano Rugby 1969 ed in condivisione con quest’ultimo. I nuovi allenatori saranno Federico Maso (avanti, touche, analisi video), Stefano Tonetto (attacco), Federico Zizola (breakdown e placcaggio) e Luca Tubia (skills, tecnica individuale, mediani) più Alberto Tonetto, allenatore del Silea Rugby femminile e il preparatore fisico Simone Vanin del Benetton Rugby. 

“È un progetto davvero molto interessante e mi piacerebbe sottolineare il fatto che per la prima volta società importanti e limitrofe lavorino insieme per il movimento, per le ragazze e per crescere il rugby femminile. Si seguirà sia un progetto comune, che un progetto singolo per ciascun club che potrà continuare a fare reclutamento e consolidare una propria realtà” ha dichiarato Elisa Facchini, ex pantera oggi dirigente, dal comunicato del Benetton Rugby.  

“Sono soddisfatto nel vedere premiata questa unione societaria, noi continueremo a crescere con il rugby femminile a 15 e daremo qualcosa in più a livello di competenze tecniche alle nostre giocatrici” ha spiegato soddisfatto Giovanni Grespan, coordinatore delle attività delle Red Panthers. 

 

Foto Alfio Guarise

 

notizie correlate

Il sogno di Sara, un anno dopo

Il sogno di Sara, un anno dopo

Come si evolve il movimento del rugby femminile
Riforma dei campionati di rugby femminile: arriva il regolamento X-Rugby

Riforma dei campionati di rugby femminile: arriva il regolamento X-Rugby

Tante le modifiche inserite nel nuovo regolamento per lo sviluppo del rugby femminile
43 squadre femminili in campo nelle finali di Calvisano

43 squadre femminili in campo nelle finali di Calvisano

Nel weekend la Coppa Italia Femminile e Trofeo Interregionale Under 16
Le finali di Coppa Italia Femminile in memoria di Rebecca Braglia

Le finali di Coppa Italia Femminile in memoria di Rebecca Braglia

La Federazione Italiana Rugby intitola il Trofeo “Rebecca Braglia”
Rebecca Braglia: la procura di Ravenna apre un fascicolo sulla morte

Rebecca Braglia: la procura di Ravenna apre un fascicolo sulla morte

Parla l’allenatore, l’ultimo ad averla vista in vita
E' deceduta Rebecca Braglia, giocatrice dell'Amatori Parma

E' deceduta Rebecca Braglia, giocatrice dell'Amatori Parma

Il padre: "Ora Rebecca gioca nel Campionato dei Cieli"
Operata giovane rugbista, è in prognosi riservata

Operata giovane rugbista, è in prognosi riservata

La ragazza è stata vittima di un incidente di gioco durante una partita con il Ravenna
Rugby Femminile: il sogno di Sara

Rugby Femminile: il sogno di Sara

Passione e difficoltà nel rugby giovanile

ultime notizie di Femminile

notizie più cliccate di Femminile