9 mesi fa 29/06/2020 15:06

Avventura francese per Sara Tounesi

L’azzurra ex Rugby Colorno giocherà nell’ASM Romagnat

Sara Tounesi lascia la Colorno ovale per iniziare una nuova avventura in Francia nell’ASM Romagnat. La seconda linea classe ’95 di origini marocchine, ma nata a Cremona, era cresciuta in modo esponenziale nelle ultime stagioni a Colorno conquistando con le Furie Rosse lo scudetto 2018 e la Nazionale Femminile di rugby. In due stagioni sono saliti a 14 i caps della seconda linea che fa della potenza fisica la sua caratterista principale.

Solo 12 mesi fa Colorno aveva salutato Giada Franco (Harlequins Ladies), Michela Sillari (Valsugana), Michela Merlo (Calvisano), Francesca Sberna (Gloucester Ladies), Maria Cioffi, Gaia Giacomoli e Irene Campanini (fine carriera), diventano così a 8 le azzurre che salutano Colorno ed il numero potrebbe presto aumentare.

 

“In Francia mi aspetta un tipo di vita completamente diverso da quello che facevo qui, nel quale si alterneranno allenamenti, studio, lavoro e ancora allenamenti. Non vedo l’ora di mettermi alla prova” commenta Sara Tounesi dal comunicato del club. “Inutile dire che Colorno rimane la mia seconda casa ho potuto provare sulla mia pelle cosa significa entrare a far parte di una famiglia. Devo tantissimo al club, agli allenatori e alle mie compagne, ringrazio su tutti ovviamente Ivano Iemmi … Senza di lui il movimento femminile italiano non avrebbe raggiunto il livello a cui si trova oggi. Spero tanto di poter tornare un giorno e chiudere la mia carriera in Biancorosso”.

 

Parole di stima ma con un velo di rammarico per l’allenatore delle Furie Rosse Plinio Sciamanna. “Sono molto contento per Sara perché farà una esperienza diversa, nuova, qualcosa che potrà portarle dei miglioramenti come giocatrice”.

“Noi perdiamo un elemento importante, una ragazza che ha contribuito alla crescita della squadra in questi ultimi anni, ma siamo comunque contenti del percorso che andrà a fare”.

 

Il tecnico abruzzese commenta così le numerose partenze delle ultime due stagioni.

“L’anno scorso c’è stato un ricambio di molte giocatrici di esperienza, nonostante tutto le ragazze che sono rimaste e le giovani che sono arrivate hanno dimostrato di essere all’altezza del campionato tanto che prima dello stop causato dal covid eravamo al terzo posto e in costante crescita a livello di gioco.”

“Le numerose partenze non mi spaventano - prosegue Plinio -, il nostro obiettivo principale è far crescere e far giocare tutte le ragazze, continuiamo sulla nostra strada. Ovviamente perdere delle nazionali porrebbe precludere qualcosa a livello di risultati. Ma ricordo che l’anno scorso abbiamo ottenuto lo stesso risultato dell’anno precedente anche senza le nazionali”.

 

Riguardo alla prossima stagione di Serie A Femminile.

“L’anno prossimo partiremo dalle ragazze giovani per continuare a crescere. L’obiettivo sarà quello di tenere un gruppo affiatato, inoltre a livello giovanile c’è qualche ragazza molto interessante con ottime qualità, presto saliranno di categoria”.

 

 

notizie correlate

Italdonne, il XV che sabato affronterà l’Inghilterra

Italdonne, il XV che sabato affronterà l’Inghilterra

Al Lanfranchi parte l'avventura italiana nel Sei Nazioni Femminile
Erika Morri: ”Serve più visibilità per il rugby al femminile”

Erika Morri: ”Serve più visibilità per il rugby al femminile”

L’intervista rilasciata alla U.S. Women’s Rugby Foundation
Italdonne: le 26 Azzurre per il 6 Nazioni 2021

Italdonne: le 26 Azzurre per il 6 Nazioni 2021

Di Giandomenico “abbiamo un grande gruppo”
Rugby femminile: nasce WXV

Rugby femminile: nasce WXV

Nasce un nuovo torneo internazionale
Erika Morri al lavoro per allargare il bacino d’utenza

Erika Morri al lavoro per allargare il bacino d’utenza

Le scuole il suo punto principale per crescere e battere il bullismo
Ufficiale: rinviati i mondiali femminili in Nuova Zelanda

Ufficiale: rinviati i mondiali femminili in Nuova Zelanda

La Women’s Rugby World Cup verrà posticipata di un anno
La Coppa del mondo femminile di rugby verso il rinvio

La Coppa del mondo femminile di rugby verso il rinvio

La Womens Rugby World Cup potrebbe essere posticipata al 2022

ultime notizie di Femminile

notizie più cliccate di Femminile