2 mesi fa 12/12/2020 15:07

Le Zebre pareggiano con Bayonne 25-25

I bianco-neri fermano i francesi, pareggiando in rimonta

Allo Stadio Sergio Lanfranchi le Zebre danno inizio alla propria avventura europea. La squadra di Bradley scende in campo con sei Azzurri, con il rientrante Johan Meyer, a segno nell'ultima sfida di Autumn Nations Cup contro il Galles.

Bell'inizio dei bianco-neri, con la meta di Junior Laloifi dopo pochi secondi dal fischio di inizio: calcio in drop, recupero dell'estremo che vola in meta per il 5-0. Bayonne accorcia le distanze dalla piazzola, poi al 15' arriva la marcatura di Michael Rudu, che porta i suoi sul 5-10. Al 19' altro piazzato per Bayonne, poi Rizzi accorcia le distanze al 26' per l'8-13. Al 32' arriva la meta del sorpasso ad opera dello stesso Rizzi, oggi in splendida forma (15-13). Sul finire di primo tempo fallo in mischia per Bayonne, che prendono un giallo, e Rizzi va dalla piazzola: 18-13.

Ripresa che inizia male per i padroni di casa: intercetto di Baget al 46' che si invola in meta per il pareggio 18-18. Al 65' arriva la meta del vantaggio per i francesi: fallo di Manfredi, che si becca un giallo, touche in zona d'attacco con il drive dei baschi che avanza, fino alla meta del tallonatore Martin che vale il 18-25. I bianco-neri reagiscono subito trovando la meta del pareggio al 68': ottimo drive in zona offensiva, e Matteo Nocera va a a marcare la prima meta in carriera con le Zebre. 

Il match si chiude così, sul 25-25.

 

 

Tabellino: 1' meta Laloifi (5-0), 8' cp. Ordas (5-3), 15' meta Ruru tr. Ordas (5-10), 19' cp. Ordas (5-13), 26' cp. Rizzi (8-13), 32' meta Rizzi tr. Rizzi (15-13), 40' cp. Rizzi (18-13), 46' meta Baget (18-18), 65' meta Martin tr. Ordas (18-25), 68' meta Nocera tr. Rizzi (25-25)
Cartellini: 40' giallo a Luc Mousset (Bayonne), 64' giallo a Marco Manfredi (Zebre)

Zebre Rugby: 15. Junior Laloifi, 14. Pierre Bruno, 13. Giulio Bisegni, 12. Tommaso Boni, 11. Giovanni D’Onofrio, 10. Antonio Rizzi, 9. Joshua Renton, 8. David Sisi, 7. Johan Meyer, 6. Jimmy Tuivaiti, 5. Leonard Krumov, 4. Samuele Ortis, 3. Eduardo Bello, 2. Marco Manfredi, 1.Andrea Lovotti
A disposizione: 16. Massimo Ceciliani, 17. Daniele Rimpelli, 18. Matteo Nocera, 19. Mick Kearney, 20. Renato Giammarioli, 21. Guglielmo Palazzani, 22. Jamie Elliott, 23. Michelangelo Biondelli

Bayonne: 15. Brandon Fajardo, 14. Arthur Duhau, 13. Joe Ravouvou, 12. Malietoa Hingano, 11. Remy Baget, 10. Manuel Ordas, 9. Michael Ruru, 8. Tom Darlet, 7. Baptiste Heguy, 6. Hugh Pyle, 5. Konstantine Mikautadze, 4. Alexandre Manukula, 3. Luc Mousset, 2. John Ulugia (Cap), 1. Viliamu Afatia; All. Yannick Bru
A disposizione: 16. Ismael Martin, 17. Mathis Perchaud, 18. Jean-Baptiste de Clercq, 19. Maxime Delonca, 20. Jean Monribot, 21. Hugo Zabalza, 22. Thomas Dolhagaray, 23. Latu Latunipulu

Arbitro: Adam Jones (Welsh Rugby Union)
Assistenti: Manuel Bottino (Federazione Italiana Rugby) e Clara Munarini (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Marius Mitrea (Federazione Italiana Rugby)

 

 

Foto Twitter @Italrugby

 

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

notizie correlate

Challenge Cup: oggi l'esordio delle Zebre con Bayonne

Challenge Cup: oggi l'esordio delle Zebre con Bayonne

Prima sfida europea della stagione per i bianco neri
I principali movimenti di mercato per il Top14 2020/21

I principali movimenti di mercato per il Top14 2020/21

Ecco tutti i trasferimenti che interesseranno i principali club francesi
Muore giovane pilone del Pau, aveva 21 anni

Muore giovane pilone del Pau, aveva 21 anni

Franck Lascassies aveva un passato nel Bayonne e attualmente era in forza al Pau
Si ritira Census Johnston, leggenda samoana

Si ritira Census Johnston, leggenda samoana

Johnston non ha potuto dire addio al rugby dal campo a causa del coronavirus
L’impressionante peso della mischia del Bayonne

L’impressionante peso della mischia del Bayonne

Il pack dei francesi di Top14 supera la tonnellata
Joe Rokocoko: vi presento Joe Black

Joe Rokocoko: vi presento Joe Black

Il trequarti ala Joe Rokocoko è stato il degno erede di Jonah Lomu tra le fila degli All Blacks, dove si è dimostrato uno dei finisher più letali del rugby moderno

ultime notizie di Challenge Cup

notizie più cliccate di Challenge Cup