6 mesi fa 31/10/2020 17:47

Italia più attiva rispetto alla scorsa settimana, ma l'Inghilterra vince lo stesso

All'Olimpico Azzurri sicuramente più convincenti, ma la Red Rose vince ampiamente

Ecco che ha inizio uno dei tre match di giornata. Da questa partita passerà il possibile vincitore del Sei Nazioni. Gli inglesi scendono in campo con una corazzata, e sono intenzionati a vincere con il maggior scarto possibile. Centesima presenza per Ben Youngs.

Infatti, l'Inghilterra apre le danze: errore in difesa dei nostri, Farrel ha spazio, ottima linea di corsa di Ben Youngs che marca in mezzo ai pali: 0-7. Al 17' Canna riesce ad aprire il gioco nei 22 avversari, con un calcetto che finisce in touche, e così arriva la prima metà Azzurra: errore di Kyle Sinckler, che perde l'ovale, altro recupero di Canna che incrocia con Polledri. Il terza linea corre lungo la fascia fino alla meta: al 18' è 5-10. Al 22' giallo per Johnny Hill: su ricezione Padovani viene colpito all'altezza della nuca. Quest ultimo esce, entra Federico Mori.
Ottima giocata di Bellini al 31': sull'out di destra l'ala delle Zebre scatta perfettamente, offload per Minozzi, che poi ricalcia in avanti. Dagli sviluppi successivi Jonny May calcia in touche, e l'Italia ottiene una punizione. Altra punizione al 33' con gli Azzurri che giocano un'ottima maul, contro un'Inghilterra che in questi ultimi dieci minuti patisce la mancanza di un giocatore.

Gran giocata al 34' dell'Italia: in touche gli inglesi mettono le mani sul pallone, tentando di forzare il turnover, ma i nostri si legano in maul e portano il carrettino in meta, guadagnando una mischia. L'Inghilterra reagisce e prendiamo una punizione. Al 39' giallo a Polledri che si mette laterale in maul, ma gli Azzurri reggono bene nella mischia successiva e guadagnano una punizione. Ottima azione di Federico Mori, che al 40' calcia a scavalcare, si lancia verso la meta... purtroppo nulla di fatto, Jonny May annulla.

Ripresa che si riapre con la terza meta degli inglesi: Ben Youngs parte dalla ruck, finta un passaggio, e vola in meta per il 5-17. Problema concussion per Matteo Minozzi, che perde copiosamente sangue dal naso: entra Palazzani... ma perdere l'estremo dei Wasps sbilancerà tutto. Al 51' altra maul avanzante degli inglesi, che abbattono i nostri, fino alla marcatura di Jamie George: 5-24. Al 67', dopo una tenuta estrema degli Azzurri, arriva la meta del bonus inglese: touche nei nostri 22, palla liberata, e Inghilterra che avanza. Mini unit, Tom Curry sfrutta una dormita in difesa dei nostri e vola in meta: 5-29. Italia ormai stanca. Al 72' campo aperto per Ben Earl, riciclo per Henry Slade che schiaccia in meta: 5-34.

Gli inglesi ottengono il bonus offensivo tanto agognato, probabilmente non il risultato finale che Eddie Jones avrebbe gradito. Gli Azzurri reggono bene, provano a costruire qualcosa, ma gli errori di handling sono tanti e più di questo i nostri non hanno potuto.

 

 

Tabellino: 5' meta Youngs tr. Farrell (0-7), 13' cp. Farrell (0-10), 18' meta Polledri (5-10), 42' meta Youngs tr. Farrell (5-17), 51' meta George tr. Farrell (5-24), 67' meta Curry (5-29), 72' meta Slade (5-34)
Calciatori: 0/1 Paolo Garbisi (Italia), 4/6 Owen Farrell (Inghilterra), 
Cartellini: 22' giallo a Johnny Hill (Inghilterra), 39' giallo a Jake Polledri (Italia)

Man of the match: Ben Youngs (Inghilterra)

 

Italia:15 Matteo Minozzi, 14 Edoardo Padovani, 13 Luca Morisi, 12 Carlo Canna, 11 Mattia Bellini, 10 Paolo Garbisi, 9 Marcello Vioili, 8 Jake Polledri, 7 Braam Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Niccolò Cannone, 4 Marco Lazzaroni, 3 Giosuè Zilocchi, 2 Luca Bigi (c), 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Gianmarco Lucchesi, 17 Simone Ferrari, 18 Pietro Ceccarelli, 19 David Sisi, 20 Johan Meyer, 21 Maxime Mbanda, 22 Guglielmo Palazzani, 23 Federico Mori

Inghilterra: 15 George Furbank, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Henry Slade, 11 Jonny May, 10 Owen Farrell (c), 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Sam Underhill, 6 Tom Curry, 5 Jonny Hill, 4 Maro Itoje, 3 Kyle Sinckler, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Tom Dunn, 17 Ellis Genge, 18 Will Stuart, 19 Charlie Ewels, 20 Ben Earl, 21 Dan Robson, 22 Ollie Lawrence, 23 Ollie Thorley

Stadio Olimpico, Roma
Arbitro: Pascal Gauzere (France)
Assistenti: Alex Ruiz (France), Mike Adamson (Scotland)
TMO: Romain Poite (France)

 

 

Foto Twitter @Federugby

 

Classifica 6 Nazioni dopo 4 turni:

1) 14 Irlanda

2) 13 Inghilterra

3) 13 Francia

4) 10 Scozia

5) 7 Galles

6) 0 Italia

 

Il prossimo turno del 6 Nazioni 2020:

Ore 15.15 Galles v Scozia  10-14

Ore 17.45 Italia v Inghilterra  5-34

Ore 21.10 Francia v Irlanda

 

 

Foto Pino Fama

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

notizie correlate

Eddie Jones consulente nel rugby league

Eddie Jones consulente nel rugby league

Questa settimana ha fatto parte dello staff dell Hull FC in Super League
Sei Nazioni 2022, il calendario completo

Sei Nazioni 2022, il calendario completo

L’Italia esordirà in Francia domenica 6 febbraio
Premiership, Manu Tuilagi rinnova con gli Sharks

Premiership, Manu Tuilagi rinnova con gli Sharks

Il centro inglese ha firmato un contratto biennale
Azzurre travolte dalla Red Roses, l'Inghilterra vince 3-67

Azzurre travolte dalla Red Roses, l'Inghilterra vince 3-67

Un inizio difficile per l'Italdonne, che subisce una sconfitta cocente all'esordio nel Sei Nazioni
Bundee Aki vs Billy Vunipola [VIDEO]

Bundee Aki vs Billy Vunipola [VIDEO]

L’azione del cartellino rosso a Bundee Aki durante Irlanda - Inghilterra
Irlanda-Inghilterra 32-18, gli highligths [VIDEO]

Irlanda-Inghilterra 32-18, gli highligths [VIDEO]

I Verdi d'Irlanda battono la Red Rose in inferiorità numerica

ultime notizie di 6 Nazioni

notizie più cliccate di 6 Nazioni