3 anni fa 05/02/2017 18:35

Italia - Galles: Conor O’Shea “Il problema non è stato un calo di livello fisico”

Sergio Parisse “E’ stato molto difficile oggi gestire la comunicazione con l’arbitro”

O’Shea “Dobbiamo cambiare la percezione che ha l’arbitro degli uomini in maglia azzurra”

Il CT dell’Italia Conor O’Shea e capitan Sergio Parisse fanno fatica ad analizzare la sconfitta di oggi, il Galles ha vinto 7-33, 30 punti i Dragoni li hanno segnati nel secondo tempo, questo è indicativo del crollo totale degli azzurri nella seconda frazione. Un dato su tutti sono i 5 falli fischiati al Galles dall’arbitro JP Doyle contro i 15 fischiati all’Italia. Impossibile vincere una partita con questa indisciplina.

“Il Rugby è un rollercoaster (un ottovolante), è difficile commentare questa sconfitta. - dichiara Conor O’Shea - Abbiamo una grossa sfida per cambiare molto della nostra mentalità. E’ palese che oggi nel secondo tempo abbiamo perso la disciplina.”
“Penso che oggi siamo stati la migliore squadra nel primo tempo anche se alla fine la migliore è stata il Galles.”

Dobbiamo cambiare la nostra percezione, la percezione che ha l’arbitro degli uomini in maglia azzurra. Dobbiamo e vogliamo essere arbitrati in modo equo.
“Ora penseremo alla prossima partita con l’Irlanda. Abbiamo davanti una sfida difficile.”

Tornando alla partita con il Galles: “Ci sono stati molti aspetti positivi oggi. Il problema non è stato un calo di livello fisico, i ragazzi a fine primo tempo non avevano nessun problema legato alla fatica.”
Il CT azzurro insiste sul concetto: “Dobbiamo cambiare la percezione che di noi gli altri (riferendosi agli arbitri) hanno. Detto questo non ho nessun dubbio che i falli fischiati oggi siano stati fischiati in modo coretto.”

Prende parola Sergio Parisse, oggi il numero 8 dell’Italia è rimasto a terra più volte per i colpi subiti. 
“Per me è stato molto difficile oggi gestire la comunicazione con l’arbitro, io stesso ho preso 2 calci contro. Dobbiamo essere più disciplinati, siamo l’Italia… E non voglio dare la colpa agli arbitri.”
“Nel secondo tempo abbiamo avuto qualche difficoltà in mischia chiusa, sulla ricezione nei calci siamo andati peggio rispetto al primo tempo.”

 

Tabellino formazioni e statistiche di Italia - Galles 7-33

 

Risultati e classifica del 6 Nazioni - Clicca sul match per tabellini e statistiche 

 

Foto Pino Fama

Alessandro Filomeni  3 anni fa

L'arbitro si fa condizionare è innegabile, si fa condizionare da una squadra che commette falli stupidi, e fa bene direi

Ettore Adriano  3 anni fa

Scuse? Non credo perché non è nel loro stile. Invece lavororei sui cambi da fare al 50esimo, cambi che avrebbero ridato forza e lucidità... soprattutto in prima linea

notizie correlate

Chris Robshaw ha confessato di aver sofferto di depressione

Chris Robshaw ha confessato di aver sofferto di depressione

L’ex capitano dell’Inghilterra parla di uno dei momenti più bui della sua vita
I cinque CT di Sergio Parisse

I cinque CT di Sergio Parisse

L’ex capitano dice la sua su ogni tecnico della Nazionale da Allrugby Podcast
Conor O’Shea entra nella RFU, sarà il director of rugby performance

Conor O’Shea entra nella RFU, sarà il director of rugby performance

L’ex CT dell’Italia diventa Responsabile della Gestione della Performance dei giocatori professionisti d’Inghilterra
Perennemente sui carboni ardenti: gli allenatori dell’Italrugby

Perennemente sui carboni ardenti: gli allenatori dell’Italrugby

I numeri dei CT che hanno guidato l’Italia del rugby
Conor O’Shea e l’Italrugby: c’eravamo tanto amati (Parte 2)

Conor O’Shea e l’Italrugby: c’eravamo tanto amati (Parte 2)

Note a margine sui quattro anni di Conor O’Shea e la scelta del suo sostituto.
Italia: Marco Lazzaroni “Smith ci vuole arroganti”

Italia: Marco Lazzaroni “Smith ci vuole arroganti”

“Dobbiamo diventare una squadra che ha cuore, che non ha paura di giocare”

ultime notizie di 6 Nazioni

notizie più cliccate di 6 Nazioni