4 anni fa 27/02/2017 10:05

Difesa italiana: I commenti di Conor O’Shea e dell’allenatore All Blacks Wayne Smith

Il sistema difensivo dell’Italrugby è stato apprezzato dallo staff All Blacks

Il CT dell’Italia Conor O’Shea risponde alle dure critiche che l’allenatore dell’Inghilterra Eddie Jones ha espresso in conferenza stampa. A Twickenham è finita 36-15, vittoria inglese meritata, ma sentiremo molto parlare di questa partita per la tattica difensiva adottata dagli azzurri. 

Conor O’Shea da Federugby: “Sono stanco di sentire che se qualcosa di nuovo viene fatto dai Wasps o dall’Australia è fantastico, e se lo facciamo noi invece è contro le regole. Oggi eravamo venuti per vincere e sono orgoglioso della prova della squadra. Il rugby è anche stimolare le persone, contribuire ai cambiamenti. E’ quello che vogliamo fare anche nel rugby italiano, cambiare le cose, rendere migliore il sistema attorno ai giocatori”.

L’irlandese entra nello specifico riguardo alla difesa: “abbiamo incontrato l’arbitro ieri prima della partita, ci ha spiegato che il sentimento circa l’interpretazione della ruck è cambiato. E’ stata una riunione interessante, ma l’idea di adottare questa strategia difensiva non è nata ieri, ci abbiamo lavorato dall’inizio della settimana. Difendere è voler riconquistare il pallone per giocare, esattamente ciò che abbiamo fatto: è stato molto divertente preparare la partita nel corso della settimana”.

Il capitano Sergio Parisse è orgoglioso e esce da Twickenham a testa alta: “abbiamo rispettato il nostro piano di gioco e le regole. Penso nessuno si aspettasse questa difesa e abbiamo messo gli inglesi in difficoltà. L’Inghilterra voleva darci 70 punti ed invece sino ad un quarto d’ora dalla fine eravamo attaccati alla partita, tanto che per allargare il gap hanno dovuto andare per i pali invece che in touche. Sono segni di rispetto che devono stimolarci a continuare il nostro cammino”.

 

Non ci critica ma anzi ci loda l’assistant coach degli All Blacks Wayne Smith: 

“E’ una tattica di difesa interessante che può essere neutralizzata solo se le squadre avversarie sono ben preparate. L’allenatore dell’Italia Conor O'Shea è stato coraggioso nell’adottare questa tattica.”
“E’ una di quelle strategie a sorpresa che penso potrebbe funzionare di tanto in tanto, ma certamente non è possibile costruire un gioco intorno ad essa.”

Si è addirittura parlato di una falla nel regolamento, Wayne Smith risponde così: “Non è un'anomalia della regola, fa solo parte del gioco, è una tattica “shock” che una squadra potrebbe utilizzare di tanto in tanto, ma attenzione a diventare prevedibili, si rischia molto in questo modo.”

“Credo che Conor abbiamo dimostrato uno stile fuori dagli schemi. L’Italia è stata coraggiosa nell’adottare una tattica che ha molti potenziali difetti.”

 

Risultati e classifica del 6 Nazioni - Clicca sul match per tabellini e statistiche

Alessandro Filomeni  4 anni fa

Se lo dice l'allenatore della Nuova Zelanda!!!! Sono preoccupato però per le prossime partite di C o di giovanili, come le spiegano gli allenatori le regole ai giocatori? e per me metà degli allenatori italiani questa regola non la sapeva!

Sara Gaudino  4 anni fa

Risposta di stile di o'she e parisse! Bravi!

Ettore Adriano  4 anni fa

Perché Jones non conta fino a 100 prima di sparare a zero e insultare l'Italia? Spero legga cosa ha detto Wayne Smith

notizie correlate

Rugby: il 2021 in numeri

Rugby: il 2021 in numeri

Uno sguardo al meglio e al peggio del 2021
"Giorgio" Bower, da barbiere a pilone degli All Blacks

"Giorgio" Bower, da barbiere a pilone degli All Blacks

La storia di Bower, esordio con la Nuova Zelanda a 28 anni
All Blacks: Joe Schmidt entra nello staff tecnico

All Blacks: Joe Schmidt entra nello staff tecnico

Dopo portato l’Irlanda tra le grandi Schmidt si unisce agli All Blacks
La nuova regola eleggibilità non piace in Nuova Zelanda

La nuova regola eleggibilità non piace in Nuova Zelanda

Il CEO di NZ Rugby porta un caso esempio davanti World Rugby
Esonero per Foster? Nessuno ricorda il 1998 amaro degli All Blacks

Esonero per Foster? Nessuno ricorda il 1998 amaro degli All Blacks

Sul buon Ian piovono le critiche, in pochi ricordano le cinque sconfitte consecutive del ct John Hart
Autumn Nations Series: il resoconto dei test internazionali

Autumn Nations Series: il resoconto dei test internazionali

Bilancio tutto sommato positivo per il Sudafrica, male il resto dell’emisfero sud

ultime notizie di 6 Nazioni

notizie più cliccate di 6 Nazioni