1 anno fa|2 anni fa 04/03/2017 01:22

Brendan Venter: “non siamo preparati atleticamente per reggere 80 minuti”

L’allenatore della difesa di Italrugby spiega la scelta di non contestare la ruck contro l’Inghilterra

Si è parlato molto in tutto il mondo della tattica difensiva usata dall’Italia per arginare l’Inghilterra, una squadra nettamente più forte. Una tattica difensiva che ha funzionato ma non fino in fondo, di fatto gli inglesi ci hanno rifilato comunque 40 punti (36-15) portando a casa una vittoria con bonus, quello che serviva loro. Le polemiche nate attorno a questo tipo di difesa sono state dure nei confronti dello staff azzurro, il non contestare le ruck per impedire un’uscita veloce dell’ovale è stato come aver gridato al sacrilegio per Eddie Jones e buon seguito del popolo britannico. 

Risponde alle critiche il diretto interessato, l’allenatore della difesa dell’Italia Brendan Venter. Il tecnico sudafricano (ex London Irish e Saracens), intervistato da All Out Rugby, dichiara:

“Avevamo studiato quella tattica per vincere la partita. E’ un insulto pensare che lo abbiamo fatto solo per una sconfitta onorevole”.
“Un piano di gioco viene studiato per rispondere a delle esigenze. La parte più difficile è metterlo in pratica. Può essere sembrato facile mette in atto un sistema di non contesa delle ruck, ma è un pochino più complesso di così”.

Il nostro piano di gioco non prevedeva solo di non contestare le ruck. Volevamo indietro i palloni. L’idea di fondo consisteva nel non spendere energie nelle ruck per mantenere alta la condizione più a lungo perché uno dei nostri difetti è sbagliare decisioni nel gioco difensivo.”

Condizione che sicuramente è il punto debole degli azzurri, l’Italia di fatto ha un grosso calo nei secondi 40 minuti di gara…

“Chi pensa che l’Inghilterra nel secondo tempo è riuscita a prenderci le misure, non dice una cosa completamente esatta. Non gli è bastato usare i pick and go per annullarci. Il fatto che a 11 minuti dalla fine eravamo sotto 15-17 lo dimostra. Il problema è che nel finale di partita l’Italia ha accusato la fatica, un aspetto comune alle due partite contro Galles e Irlanda”

Venter marca il concetto: Il problema del rugby italiano è che non siamo sufficientemente professionali, non siamo sufficientemente preparati atleticamente per reggere 80 minuti a questo livello. Se lo fossimo stati, avremmo battuto l’Inghilterra. Ma siamo una squadra giovane, cresceremo, serve solo un po’ di tempo” ha concluso Brendan Venter.

 

Le dichiarazioni post partita del CT dell'Inghilterra Eddie Jones 

Le dichiarazioni di Conor O'Shea e del CT All Blacks Wayne Smith

Risultati e classifica del 6 Nazioni - Clicca sul match per tabellini e statistiche

notizie correlate

Leinster supera Tolosa e vola in finale a difendere il titolo

Leinster supera Tolosa e vola in finale a difendere il titolo

All'Aviva Stadium gli irlandesi vincono nettamente per 30-12, a Newcastle per loro sarà la quinta finale di Champions Cup
Il Canada si aggiudica il Japan Women's Sevens

Il Canada si aggiudica il Japan Women's Sevens

Le canadesi battono l'Inghilterra nella finale del Kitakyushu 7s
Ai Lions basta un tempo contro gli Chiefs [VIDEO]

Ai Lions basta un tempo contro gli Chiefs [VIDEO]

Risultati e highlights della 10° giornata di Super Rugby 2019
Finale francese in Challenge Cup, Clermont batte i Quins

Finale francese in Challenge Cup, Clermont batte i Quins

Gli Harlequins provano una rimonta nel finale, ma è troppo tardi, il Clermont vince 32-27
Prima finale Europea per La Rochelle, Sharks battuti 24-20

Prima finale Europea per La Rochelle, Sharks battuti 24-20

I francesi accedono per la prima volta nella storia ad una finale di Challenge Cup
Six Nations U18 Festival, il XV degli Azzurri per il Galles

Six Nations U18 Festival, il XV degli Azzurri per il Galles

Mattia Dolcetto ha scelto la squadra per l'ultima sfida di Sei Nazioni
Quarta finale per i Saracens, Munster battuto 32-16

Quarta finale per i Saracens, Munster battuto 32-16

Gli inglesi dominano l'incontro, otto piazzati peri il piede fatato di Owen Farrell
Andrea Marcato “il Top12 è una formula che sta dando i suoi frutti”

Andrea Marcato “il Top12 è una formula che sta dando i suoi frutti”

Il campionato del Petrarca Rugby visto dal suo giovane Head Coach

Rugby Win

ultime notizie di 6 Nazioni

notizie più cliccate di 6 Nazioni